Titoli di Stato e mutui, interviene la Fed

1' di lettura

Comprerà fino a 300 miliardi di dollari di bond a lungo termine e 750 miliardi di titoli garantiti da mututi. Obiettivo di Bernanke risollevare le spese per consumi e i prestiti alle piccole imprese

Per contrastare la recessione in atto, la federal riserve ha deciso stasera un'iniezione di liquidità nel sistema finanziario americano pari a 1.000 miliardi di dollari, contestualmente alla decisione di lasciare i tassi al minimo storico, ovvero a un livello compreso tra lo 0 e lo 0,25 per cento. Nel dettaglio, saranno spesi fino a 300 miliardi di dollari nell'arco dei prossimi sei mesi per l'acquisto di titoli di stato a lungo termine. La Banca centrale americana acquisterà poi altri titoli legati al mercato dei mutui.

Leggi tutto
Prossimo articolo