Piano casa: primo via libera

1' di lettura

Oggi l'approvazione dalla conferenza Unificata. Confermate le novità sulla possibilità di ampliare gli edifici residenziali

Un piano nazionale per l'edilizia residenziale pubblica che prevede 200 milioni di euro da ripartire tra le regioni, con l'impegno del governo a incrementare la cifra fino a 550 milioni di euro. È il piano-casa, firmato lo scorso 6 marzo tra Governo e Regioni e che oggi sarà approvato dalla conferenza Unificata. Confermate le novità sulla possibilità di ampliare gli edifici residenziali. La soglia massima dovrebbe essere fissata al 20 per cento del volume esistente ma in caso di ricostruzione potrebbe salire del 35 per cento se si usano tecniche di bioedilizia.

Leggi tutto