Crisi, Ue: Italia meno colpita ma è allarme lavoro

1' di lettura

La scia delle recessione si fa sentire con l'aumento della disoccupazione e della povertà. Bruxelles sottolinea che a rischio sono soprattutto le donne, per le inadeguate politiche proposte per ridurre il divario tra i sessi

Meno colpita dalla crisi ma con disoccupati e poveri in aumento. E' l'immagine dell'Italia che emerge dal rapporto congiunto della commissione europea che domani sarà sul tavolo dei ministri del lavoro dell'Ue. La stretta creditizia fa da ombrello all'onda della recessione generale ma al tempo stesso mette freni al sistema economico, cosi le conseguenze si fanno sentire con il calo dei posti di lavoro e l'aumento di situazioni di povertà. E le donne rischiano piu degli uomini per il divario tra i sessi che le politiche del nostro paese non hanno ristretto. E che Bruxelles definisce inadeguate.

Leggi tutto
Prossimo articolo