Borse in altalena, Milano ancora in profondo rosso

1' di lettura

Il taglio dei tassi d'interesse non è bastato a dare fiducia ai mercati, a Piazza Affari a picco i titoli bancari e finanziari. E per il futuro l'Fmi prevede che la recessione si estenderà anche al 2010

Ancora una seduta nera per Piazza Affari, che si conferma la peggiore tra le Borse europee. Il taglio dei tassi d'interesse non è bastato evidentemente a ridare fiducia ai mercati, così dopo i forti cali di ieri la giornata si aperta con il tonfo di Tokyo, che ha perso il 3,5 per cento. A Milano male bancari e finanziari. Le Borse risentono del rischio fallimento per General Motors, del mancato piano di rilancio dell'economia cinese e delle pessime notizie sulla disoccupazione negli Usa. E per il futuro non arrivano buone notizie, anzi per l'Fmi la recessione globale si estenderà pure al 2010.

Leggi tutto
Prossimo articolo