Crisi, Fmi: a rischio i Paesi più poveri

1' di lettura

Strauss-Kahn: "La terza ondata travolgerà i Paesi più vulnerabili del pianeta"

Le conseguenze sono e saranno pesanti per tutti, ma l'impatto della crisi economica sarà addirittura peggiore nei paesi a basso reddito. Il Fondo monetario internazionale lancia un nuovo allarme. Il direttore Dominique Strauss-Kahn parla dell'arrivo di una terza ondata dello tsunami che questa volta si abbatterà sull'economia di almeno 22 paesi particolarmente poveri e vulnerabili. "Occorrono interventi generosi e urgenti per evitare effetti potenzialmente devastanti - ha detto. Il rischio è che si incorra in una nuova emergenza umanitaria.

Leggi tutto
Prossimo articolo