Camera, tempi duri per i "pianisti"

1' di lettura

Contro l'assenteismo dei deputai e il voto per il vicino di scragno si studiano nuove soluzioni. Un lettore biometrico riconoscerà la presenza del parlamentare alla seduta

Alla Camera dei deputati non sono rari i casi dei cosidetti "pianisti". Sono i deputati che votano per il compagno di scragno assente. Per evitare questo esempio di bassa democrazia lo Stato ha acquistato per 500mila euro un lettore biometrico capace di riconoscere le minuzie cioè i punti caratteristici delle dita di una persona. Il sistema sarà in prova fino al 7 marzo e dal 9 si voterà sempre così.

Leggi tutto