Banche, l'Ue apre alle nazionalizzazioni

1' di lettura

La Commissione mette in guardia sulla ulteriore presenza di "asset tossici". Bruxelles: "Con incertezza meno efficaci misure dei governi"

"Il problema degli asset tossici non è stato ancora risolto in modo soddisfacente un inatteso approfondimento del rallentamento economico minaccia un ulteriore e più esteso deterioramento della qualità del credito degli asset bancari". Un¿analisi allarmata quella della Commissione espressa nella bozza del documento sulle nuove linee-guida per gestire gli asset tossici che sarà varata mercoledì. "Valutare le ipotesi delle nazionalizzazioni. Ragione principale dell¿insufficiente flusso di credito è legata all¿incertezza sulla valutazione degli asset deteriorati", sostiene la Commissione.

Leggi tutto
Prossimo articolo