Lavoro, allarme dell'Ue: persi 130mila posti in 4 mesi

1' di lettura

A soffrire sono soprattutto il settore delle costruzioni e quello dell'auto con il relativo indotto. Hanno subito un calo della produzione nel corso dell'ultimo anno pari a 150 miliardi di euro

La Ue fa i conti con l'emergenza lavoro. La crisi ha infatti portato a livelli preoccupanti l'allarme disoccupazione, con 130 posti di lavoro bruciato negli ultimi 4 mesi. A soffrire sono soprattutto il settore delle costruzioni e quello dell'auto con il relativo indotto. "Una situazione drammatica dovuta anche alla stretta sul credito" la definisce la commissione europea in un documento riservato che probabilmente sarà sul tavolo degli incontri dei ministri finanziari della Ue nei prossimi giorni. Domani è in programma l'eurogruppo, martedì l'Ecofin. Si cercano misure anticrisi.

Leggi tutto