Crisi auto, oggi tavolo allargato ai sindacati

1' di lettura

Ieri primo incontro tra governo e vertici Fiat per discutere di sostegno al settore automobilistico. Marchionne chiede aiuti in linea con gli altri paesi europei.

Governo al lavoro sulle misure a sostegno dell'industria autobilistica: ieri i vertici della Fiat hanno fatto un primo punto con l'esecutivo, presenti il sottosegretario Letta, i ministri Tremonti, Scajola e Sacconi. Marchionne chiede aiuti a tutto il settore auto in linea con gli altri paesi europei, per evitare asimmetrie a nostro svantaggio. E ricadute traumatiche su 60mila dipendenti Fiat e quattrocentomila dell'indotto. Il governo, secondo la versione più ottimistica, starebbe pensando ad un piano da 1,2 miliardi di euro. Ieri intanto il Senato ha dato il via libera al decreto anticrisi.

Leggi tutto
Prossimo articolo