Fmi taglia le stime di crescita per l'Italia

1' di lettura

Pil in ribasso dello 0,2 per cento. Nelle bozze del World Economic Outlook , "crescita mondiale più bassa dal '45". Situazione critica: "Servono nuovi interventi dei governi e delle autorità monetarie"

Netta sforbiciata delle stime di crescita per l'Italia da parte del Fondo Monetario Internazionale. Secondo il Fmi, il Pil italiano segnerà nel 2009 un ribasso del 2,1 per cento contro il -0,2 per cento stimato a ottobre scorso. Negativa la crescita dell'Italia anche per l'anno prossimo: -0,1 per cento, contro uno 0,3 per cento. Nelle ultime bozze di revisione del World Economic Outlook, tagliate anche le stime della crescita mondiale. Secondo gli economisti del Fondo, la crescita mondiale rallenterà quest'anno a 0,5 per cento, "il livello più basso dalla Seconda Guerra Mondiale".

Leggi tutto
Prossimo articolo