Allarme Bce, "A rischio anche le generazioni future"

1' di lettura

Secondo le ultime previsioni della Commissione europea nel 2009 ben 18 stati membri su 27, tra cui Italia Francia Spagna Gran Bretagna, sforeranno il tetto del 3 per cento nel rapporto deficit/pil.

L'attuale recessione grave e sincronizzata a livello mondiale rischia secondo l'Istituto di Francoforte di pesare sulle generazioni future. E'l'allarme lanciato dalla Banca centrale europea nel suo bollettino mensile. Attenzione anche ai piani anticrisi varati dalle capitali dell'Unione europea. In una "fase di recessione grave e sincronizzata" a livello mondiale, di cui non si vede la fine "sono certamente necessari" ma, sottolinea la Bce, ma i governi devono sin da oggi correre ai ripari sul fronte "conti pubblici".

Leggi tutto
Prossimo articolo