Eni, porte aperte per la Libia

1' di lettura

Il ministro degli Esteri Frattini: "Nessun problema politico sull'ingresso di Tripoli". Il fondo sovrano libico punta al 10 per cento

La Libia è pronta ad entrare in Eni, con una quota del 10 per cento. Il denaro c'è e l'acquisto si farà alle condizioni dei mercato dice il presidente della Lybia's National Oil Corporation: "Pensiamo che questa sia una buona compagnia da comprare" ammette. Segnali positivi arrivano anche dall'Italia che con il ministro degli Esteri Franco Frattini che dice: "Non c'è nessun problema politico".

Leggi tutto
Prossimo articolo