E adesso Berlusconi vuole affossare Sky

1' di lettura

Il pacchetto anti-crisi del governo presieduto da Silvio Berlusconi, monopolista della televisione generalista privata, prevede anche il raddoppio dell'Iva sugli abbonamenti alla Pay TV, che passa così dal 10 al 20 per cento

Dal primo gennaio del prossimo anno gli oltre 4 milioni e 600mila abbonati di Sky saranno costretti a pagare più tasse. Tra le pieghe del decreto anticrisi il governo ha infatti inserito una norma che abolisce l'Iva agevolata per i canoni di abbonamento alle pay tv, che crescerà dal 10 al 20 per cento. "Una decisione che va nella direzione opposta -osserva l'amministratore delegato di sky italia Tom Mockridge- rispetto a quanto stanno facendo gli altri governi, impegnati a sostenere la capacità di spesa dei cittadini e la crescita delle imprese in una congiuntura economica così difficile.

Leggi tutto
Prossimo articolo