Crisi, allarme di Draghi: "Colpite famiglie e banche"

1' di lettura

"La congiuntura sta peggiorando ed il Pil è destinato a rimanere negativo ancora per alcuni mesi". Il numero uno di Bankitalia nel corso di un'audizione in Senato si è detto preoccupato del calo dei consumi delle famiglie

"La congiuntura sta peggiorando ed il Pil è destinato a rimanere negativo ancora per alcuni mesi". Draghi nel corso di un'audizione in Senato si è detto preoccupato del calo dei consumi delle famiglie, sotto il peso dell'erosione del debito disponibile a causa dell'inflazione e dell'aumento del servizio del debito. Il numero uno di Bankitalia ha anche parlato della crisi dei mercati dicendo che le banche italiane "si sono dimostrate finora in grado di reggere l'urto meglio di quelle di altri Paesi avanzati".

Leggi tutto
Prossimo articolo