2009, "210 milioni di disoccupati"

1' di lettura

l'avvertimento di Juan Somavìa, direttore dell'ILO, l'ufficio internazionale del lavoro, che sprona "i governi di tutto il mondo a lavorare assieme per scongiurare una crisi sociale che minaccia di essere grave, lunga e globale"

"I governi di tutto il mondo devono lavorare assieme per scongiurare una crisi sociale che minaccia di essere grave, lunga e globale". E' l'avvertimento di Juan Somavìa, direttore dell'ILO, l'ufficio internazionale del lavoro. In base alle ultime stime il numero di disoccupati nel mondo potrebbe passare da 190 milioni nel 2007 a un record di 210 milioni nel 2009. Cresceranno i "lavoratori poveri", quelli che sopravvivono con meno di 1 dollaro al giorno: aumenteranno di 40 milioni, di 100 milioni quelli che dispongono quotidianamente di appena 2 dollari.

Leggi tutto
Prossimo articolo