Borse mondiali a picco: è peggio dell'11 settembre

1' di lettura

I piani anti crisi dei governi non convincono. Le piazze finanziarieeuropee bruciano 450 miliardi. Milano perde oltre l'8 per cento. Wall Street riduce le perdite nel finale di seduta: -3 per cento. Le Borse asiatiche in rosso

Non è bastata l'approvazione del piano Paulson per rassicurare gli investitori. Né le misure anti-panico della Germania. I timori per il sistema bancario europeo hanno fatto sprofondare i listini del Vecchio Continente che, già in caduta libera dall'inizio delle contrattazioni, hanno ulteriormente aggravato le loro perdite dopo l'apertura negativa dei mercati Usa. Wall Street contiene le perdite. La chisura di seduta è drammatica: il "lunedi nero" delle Borse europee porta con sè 444 miliardi di euro. A tanto ammonta la capitalizzazione di Borsa bruciata oggi sui listini del Vecchio Continente

Leggi tutto
Prossimo articolo