Borse europee al tappeto: bruciati 400 miliardi

1' di lettura

I piani anti crisi dei governi non convincono. Milano giù dell'8 per cento. Parigi perde il 9 per cento, Francoforte il 7 per cento, Londra l'8 per cento. Resta alta la preoccupazione per la tenuta del sistema finanziario del Vecchio Continente

Non è bastata l'approvazione del piano Paulson per rassicurare gli investitori. Né le misure anti-panico della Germania. I timori per il sistema bancario europeo hanno fatto sprofondare i listini del Vecchio Continente che, già in caduta libera dall'inizio delle contrattazioni, hanno ulteriormente aggravato le loro perdite dopo l'apertura negativa dei mercati Usa. La chisura di seduta è drammatica: il "lunedi nero" delle Borse europee porta con sè 444 miliardi di euro. A tanto ammonta la capitalizzazione di Borsa bruciata oggi sui listini del Vecchio Continente. Il petrolio sotto i 90 dollari.

Leggi tutto
Prossimo articolo