Crisi mutui, la Camera americana boccia il piano da 700 mld

1' di lettura

Immediate le ripercussioni su Wall Street. L'Europa si mobilita: i governi di Gran Bretagna, Belgio e Olanda intervengono per evitare il crollo di importanti istituti bancari. Draghi chiede a banche e governi risposte forti

Stati Uniti, la Camera dei rappresentanti ha bocciato il piano di salvataggio, da 700 miliardi, varato dal Tesoro per far fronte alla crisi finanziaria. Immediate le ripercussioni su Wall Street dove gli indici precipitano. Intanto è stata una giornata nera anche per le Borse europee. I listini del vecchio continente oggi hanno lasciato sul terreno circa 320 mld di euro. I governi di Gran Bretagna, Belgio e Olanda sono dovuti intervenire per evitare il crollo di importanti istituti bancari. Il governatore di Bankitalia Draghi chiede a banche e governi risposte forti.

Leggi tutto
Prossimo articolo