Finanziaria, governo taglia le stime della crescita italiana

1' di lettura

Il Consiglio dei ministri ha approvato stamattina il disegno di legge che contiene la finanziaria 2009. Durante la riunione il governo ha anche rivisto al ribasso le stime sulla crescita italiana

Una sforbiciata di quattro decimali, sia per quest'anno sia per il prossimo. Secondo le nuove stime del governo infatti nel 2008 il Pil si attesterà allo 0,1 per cento, rispetto allo 0,5 previsto nel Dpef, mentre nel 2009 si scenderà dallo 0,9 per cento allo 0,5. Per quanto riguarda invece le stime sul deficit: 2,5 per cento nel 2008 e 2,1 per cento nel 2009. Il consiglio dei ministri ha poi dato il via libera alla Finanziaria, che si conferma snella: tre articoli e cinque tabelle.

Leggi tutto
Prossimo articolo