Il petrolio sotto i 92 dollari al barile

1' di lettura

La crisi del credito che ha colpito gli Usa spinge al ribasso il greggio a New York e sui mercati asiatici. Pesano i timori di un rallentamento dell'economia e di una conseguente riduzione della domanda energetica

La crisi del credito che ha colpito gli Stati Uniti ha effetti pesanti anche sul mercato del petrolio, con un ribasso del greggio nei mercati asiatici dopo il netto calo di New York. Il petrolio cede e scende sotto i 92 dollari al barile. Le quotazioni sul mercato after hours di New York si sono portate a 91,70 dollari, il minimo degli ultimi sette mesi: il calo è causato dai timori di un rallentamento dell'economia reale legato alla crisi finanziaria che ha alimentato i timori di una fase recessiva che avrebbe come conseguenza un rallentamento dei consumi.

Leggi tutto
Prossimo articolo