Milano, carabinieri sequestrano oltre 1000 botti illegali. FOTO

Continuano le operazioni delle forze dell'ordine per contrastare la diffusione di fuochi d'artificio illegali. Oltre al capoluogo lombardo a Catania sono stati recuperati oltre 1500 kg di materiale esplosivo, mentra a Roma ne sono stati confiscati 1000 kg. I consigli della polizia per i fuochi in sicurezza.  LA FOTOGALLERY

  • ©Fotogramma
    In attesa del 31 dicembre continuano in tutta Italia le confische di fuochi d'artificio illegali. I Carabinieri di Milano hanno sequestrato oltre mille botti illegali. L'operazione è stata annunciata nel corso della presentazione dei dati sul crimine dell'anno che si conclude - Sequestrati a Napoli 1400 "botti illegali", due arresti
  • ©Fotogramma
    Nell'occasione è stato presentato anche il consuntivo della lotta al crimine che negli ultimi 12 mesi ha riscosso risultati positivi nel capoluogo lombardo, dove si è registrata una diminuzione complessiva dei reati, passati da 236.228 nel 2015 a 219.774 nel 2016, con un calo del 7%. Ridotti anche gli omicidi (in calo del 41,7%) e le violenze sessuali, passate da 408 a 380 - Napoli, sequestrati 2 quintali di botti. Erano nascosti nel sottoscala
  • ©Fotogramma
    Quella di Milano non è stata l'unica operazione di questo tipo effettuata il 30 dicembre. A Catania, ad esempio, la Polizia di Stato ha sequestrato 1.500 kg di materiale esplosivo in una fabbrica di Mineo. Lo stabilimento avrebbe dovuto trovarsi in stato di inattività e il titolare è stato denunciato - Quali sono fuochi d'artificio proibiti
  • ©Fotogramma
    A Ferrara, invece, la Polizia di Stato ha eseguito un maxi sequestro di fuochi d'artificio scaduti a giugno. Il grossista che ne era in possesso li stava spedendo in altre quattro province italiane. Sugli oltre 400 botti mancavano anche le istruzioni per l'uso - Fuochi d'artificio: le linee guida della polizia
  • ©Fotogramma
    Inoltre la Guardia di Finanza ha sequestrato 715 kg di botti a Roma. Petardi, fontane luminose e batterie pirotecniche sono state rinvenute all'interno di un'auto. Sempre nella Capitale, nella zona Policlinico Casilino, un 52enne italiano deteneva illegalmente altri 336 kg di fuochi d'artificio - Botti, i consigli della Polizia di Stato
  • ©Fotogramma
    Oltre agli interventi delle forze dell'ordine, la soluzione del problema è stato affrontato anche con alcuni provvedimenti istituzionali. Il Comune di Casamarciano (Napoli), ad esempio, ha detto no all'utilizzo di petardi pericolosi per festeggiare l'addio al 2016, sostituendoli con delle lanterne che saranno distribuite alla cittadinanza - I consigli per i più piccoli