Buon compleanno Francesco, il Papa dei poveri compie 80 anni

Oggi Jorge Mario Bergoglio compie gli anni. I fedeli festeggiano il gesuita che sta rivoluzionando il ruolo del massimo rappresentante della Chiesa cattolica nel mondo. FOTOGALLERY - VIDEO

 

  • ©Getty Images
    Papa Francesco compie 80 anni. Dall'inizio del suo pontificato ha compiuto 28 viaggi apostolici, scritto due encicliche e indetto un giubileo straordinario - Bergoglio, sudamericano e gesuita: il Papa dei record
  • ©Getty Images
    Jorge Mario Bergoglio nasce a Buenos Aires il 17 dicembre del 1936 da una famiglia di origini piemontesi. È il primogenito dei cinque figli di Mario Jose Francisco Bergoglio, funzionario delle ferrovie, e Regina Maria Sivori, casalinga - Da Buenos Aires al papato, la fotostoria di Francesco
  • ©Getty Images
    Bergoglio ha studiato e si è diplomato come tecnico chimico e, per breve tempo, ha lavorato anche come buttafuori in un locale di Cordoba. Dopo essere entrato in seminario è passato, nel 1958, al noviziato nella Compagnia di Gesù fino a essere ordinato sacerdote il 13 dicembre 1969. Il 28 febbraio del 1998 è diventato arcivescovo di Buenos Aires. Infine Giovanni Paolo II lo ha nominato cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 2001 - Bergoglio, il tecnico chimico che è diventato Papa
  • ©Getty Images
    Il 13 marzo 2013, dopo cinque scrutini, il conclave dei cardinali lo ha eletto Pontefice. È il primo papa sudamericano, il primo gesuita a ricoprire la carica e il primo della storia ad aver deciso di chiamarsi Francesco, in onore a San Francesco D'Assisi - Bergoglio, il Papa che arriva "quasi dalla fine del mondo". FOTO
  • ©Getty Images
    Uno dei primi gesti da Papa ad aver attratto le simpatie dei fedeli è arrivato a sei giorni dalla sua elezione quando ha fatto fermare la jeep che lo stava conducendo fra la folla di piazza San Pietro per baciare i bambini e i disabili fermi dietro le transenne - Papa Francesco scende dalla jeep e saluta bimbi e disabili
  • ©Getty Images
    Papa Francesco è stato il primo Pontefice della storia ad aver potuto conversare con il suo predecessore. Parlando del papa emerito, Benedetto XVI, Bergoglio ha dichiarato: "Siamo fratelli". Sono storiche le immagini dell'abbraccio fra i due a Castelgandolfo - Papa Francesco incontra Ratzinger: "Siamo fratelli". VIDEO
  • ©Getty Images
    Quello dell'8 luglio 2013 a Lampedusa è stato il primo viaggio apostolico di Papa Francesco. "Le morti in mare sono una spina nel mio cuore", ha detto Bergoglio durante un'omelia davanti a 10mila persone - Papa Francesco abbraccia Lampedusa: "Sia il faro del mondo"
  • ©Getty Images
    Per quanto riguarda il tema dell'omosessualità, Bergoglio nel 2010 si schierò apertamente contro il governo di Cristina Kirchner nel corso del dibattito sulla legge che puntava a parificare il matrimonio eterosessuale alle unioni omosessuali. Tre anni dopo, il 29 luglio del 2013, dichiarerà ai cronisti sul volo di ritorno da Rio De Janeiro: "Se una persona è gay e cerca il Signore e ha buona volontà, chi sono io per giudicarla?" - Papa: "No ad ogni lobby. Chi sono io per giudicare i gay?"
  • ©Getty Images
    Sono state quattro le grandi riforme di Bergoglio in Vaticano: la Curia, lo Ior, il codice penale vaticano e la riforma economica della Santa Sede. Nel nuovo diritto sono state inasprite le pene per le violenze sui minori. "Mi sento chiamato a farmi carico e a chiedere perdono per il male che alcuni sacerdoti hanno compiuto, per gli abusi sessuali sui bambini", ha dichiarato Bergoglio nell'aprile del 2014 - Papa Francesco istituisce commissione contro la pedofilia
  • ©Getty Images
    "Se non mi sposo con te, mi faccio prete". L'aneddoto è stato raccontato dalla signora Amalia ai giornalisti argentini. Si tratterebbe di una promessa di gioventù fatta da Bergoglio al suo amore giovanile. Papa Francesco stesso ha dichiarato di aver avuto una fidanzata molti anni prima di entrare in seminario. Il Santo Padre è stata la persona dell'anno 2013 per il Time Magazine - Time: è Papa Francesco la "persona dell'anno". FOTO
  • ©Getty Images
    Il 26 aprile 2014, in piazza San Pietro, Papa Francesco ha celebrato insieme al Pontefice emerito Benedetto XVI la cerimonia di canonizzazione di Papa Giovanni XXIII (Angelo Roncalli) e Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla). L'evento, al quale ha partecipato circa 1 milione di fedeli, è stato rinominato "la giornata dei quattro papi" - Canonizzazione Roncalli-Wojtyla: ci sarà anche Ratzinger
  • ©Getty Images
    Quello del 24 - 26 maggio 2014 in Terra Santa è stato il quinto viaggio apostolico di Papa Francesco. "Israele deve esistere, così come i Palestinesi hanno diritto ad uno stato entro confini stabiliti", ha dichiarato durante un suo intervento. A Betlemme Francesco si è fermato a pregare al Muro che divide i due Stati - Papa in Israele e Palestina: "Si avveri sogno dei due Stati"
  • ©Getty Images
    "Curare la vigna del Signore, basta cupidigia di potere e superbia". Sono state queste le parole pronunciate da Papa Francesco durante l'omelia di apertura del Sinodo della famiglia. Al concilio hanno partecipato 253 persone fra 191 membri religiosi e i 62 partecipanti ad altro titolo - Il Papa apre il Sinodo della famiglia: basta cattivi pastori
  • ©Getty Images
    Bergoglio si è sempre detto uno sportivo convinto. La sua squadra di calcio del cuore è il San Lorenzo de Almagro, uno dei club argentini più prestigiosi. Durante il suo pontificato il Santo Padre ha ricevuto diversi campioni dello sport fra cui, il 6 maggio 2015, i giocatori di basket degli Harlem Globetrotters, che celebravano i novant'anni di attività del team. Per l'occasione i cestisti hanno donato al Pontefice una maglia con il numero 90 - Il Papa a lezione di basket dagli Harlem Globetrotters: FOTO
  • ©Getty Images
    Uno dei viaggi più significativi di Papa Francesco è stato quello a Cuba nel settembre del 2015. L'estate precedente si erano normalizzati i rapporti diplomatici tra gli Stati Uniti e il governo rivoluzionario cubano. Dopo l'arrivo del Pontefice nella capitale dell'isola, il presidente Raul Castro ha dichiarato: "Siamo grati per il suo appoggio al dialogo tra gli Stati Uniti e L'Avana" - Il Papa a Cuba accolto da Raul Castro: "Il mondo ha bisogno di riconciliazione"
  • ©Getty Images
    L'8 dicembre 2015 con l'apertura della Porta Santa ha inizio il Giubileo straordinario dedicato alla misericordia, terminato il 20 novembre 2016. "Abbandoniamo ogni forma di paura e di timore, perché non si addice a chi è amato; viviamo, piuttosto, la gioia dell'incontro con la grazia che tutto trasforma", ha detto il Pontefice - Papa Francesco apre la Porta Santa: "Abbandonate la paura"
  • ©Getty Images
    Il 29 luglio 2016 Francesco diventa il terzo Pontefice, dopo Wojitila e Ratzinger, a visitare il campo di concentramento di Auschwitz. Nel corso della giornata Bergoglio si è fermato a pregare più volte prima di incontrare i sopravvissuti all'Olocausto - Papa Francesco ad Auschwitz: silenzio e preghiera. FOTO
  • ©Getty Images
    Durante la sua visita alle zone colpite dal terremoto del 24 agosto 2016, Papa Francesco è stato salutato con grande affetto dagli abitanti della zona rossa di Amatrice - Terremoto, Papa Francesco in visita ad Amatrice. FOTO
  • ©Getty Images
    Nel corso dell'udienza generale dello scorso 14 dicembre il Pontefice si è lasciato andare ad una battuta verso un gruppo di fedeli che gli aveva fatto gli auguri di buon compleanno: "Ringrazio tutti voi ma vi dirò una cosa che vi farà ridere: nella mia terra fare gli auguri in anticipo porta la jella. E chi fa gli auguri in anticipo è uno iettatore". La Sala Stampa della Santa Sede ha comunicato gli indirizzi email per coloro che volessero inviare gli auguri al Santo Padre. Per l'Italia è papafrancesco80@vatican.va. Sui social media l’hashtag è #Pontifex80 - Lo speciale: Il pontificato di Papa Francesco