Reggia di Caserta, completato il restauro della facciata. FOTO

Sono ufficialmente terminati i lavori di ristrutturazione del monumento patrimonio dell’Unesco, finanziati dai fondi europei. Durati complessivamente due anni e mezzo, hanno coinvolto una superficie di 74mila metri quadrati. FOTOGALLERY

  • ©ANSA
    Sono terminati i lavori di messa in sicurezza e ristrutturazione della Reggia di Caserta, che hanno riportato alla luce il monumento progettato e realizzato dall’architetto Luigi Vanvitelli durante la seconda metà del ‘700. I lavori si sono resi necessari dopo i danneggiamenti alla facciata nel 2012 - Reggia di Caserta, sindacati contro nuovo direttore: lavora troppo
  • ©ANSA
    Il Palazzo Reale è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco nel 1997. Fu voluto dal Re di Napoli, Carlo di Borbone. Negli anni, però, il monumento è stato messo a dura prova da infiltrazioni d’acqua e crolli, rendendo necessario un intervento di ristrutturazione - Unesco, ecco i tesori minacciati dal cambiamento climatico
  • ©ANSA
    I lavori, si legge sul sito ufficiale della Reggia, sono durati complessivamente due anni e mezzo, coinvolgendo una superficie di 74mila metri quadrati. Il progetto di restauro, coordinato dall’architetto Flavia Belardelli, è stato articolato in tre lotti e ha individuato nell’ossidazione degli antichi ancoraggi di ferro, dovuta alle infiltrazioni d’acqua, la causa principale dei diversi danneggiamenti - Il sito della Reggia di Caserta
  • ©ANSA
    Lo smontaggio dei ponteggi e l’eliminazione dei transennamenti, installati lungo tutto il perimetro nel 2012, consente ora di apprezzare la bicromia originaria della composizione architettonica dei prospetti di due interi cortili e di due fronti degli altri due - Roma, riparata a tempo di record la statua del Bernini
  • ©ANSA
    Ai lavori di ristrutturazione ha preso parte l’equipe di geologi coordinata dal professor Maurizio de Gennaro, che ha effettuato diversi esami per riconoscere il livello di rischio di distacco di frammento in tutta la facciata, ancorare i frammenti di piccola dimensione ed evitare distacchi di grandi blocchi - Pompei, dai crolli al restauro
  • ©ANSA
    Particolare attenzione è stata data alla eliminazione di tutte le possibili cause di infiltrazione di acqua nella pietra calcarea. Sono stati realizzati strati di impermeabilizzazione di tutte le cornici sporgenti e trattamenti di consolidamento superficiale e protezione del paramento di pietra - Colosseo, restauro esterno finito