#SkyZanardiDay, l'omaggio a un campione non solo sportivo. FOTO

Sky Sport dedica tutta la giornata al pilota e atleta paralimpico. Un palinsesto speciale per rivivere le tappe di una carriera d'oro. In onda in esclusiva anche il film-documentario "50XRIO"

  • L’11 novembre è lo #SkyZanardiDay: Sky Sport dedica tutta la giornata ad Alex Zanardi, un campione nello sport e nella vita - #SkyZanardiDay, una giornata con un eroe
  • ©Getty Images
    Dalle sei del mattino alle due della notte, su Sky Sport 2 HD e Sky Sport Mix HD, c’è un palinsesto tutto dedicato al pilota e atleta paralimpico. Dalle vittorie su 4 ruote all’incidente in pista a Lausitzring nel 2001, dalle fatiche dell’Ironman ai trionfi olimpici a Londra e Rio: una giornata per ripercorrere le tappe di una vita e una carriera straordinaria – #SkyZanardiDay, Alex e il rapporto con suo papà
  • In esclusiva su Sky, anche il film-documentario “50XRIO”, che racconta la corsa di Alex Zanardi verso l’oro olimpico in Brasile (nella foto) nell’anno del suo 50esimo compleanno. Va in onda su Sky Sport 2 HD e Sky Sport Mix HD, in sei diversi passaggi alle ore 8.30, 13, 15.45, 20, 22.45 e 00.45, all’interno dello #SkyZanardiDay e sarà disponibile anche su Sky On Demand. Verrà poi riproposto su Sky Uno HD (domenica 13 novembre alle ore 14.10) e in chiaro su TV8, al tasto 8 del telecomando (sabato 12 novembre alle ore 17) – #SkyZanardiDay, in esclusiva il docufilm "50XRio"
  • ©LaPresse
    Alessandro Zanardi ha corso 44 Gran Premi in Formula 1 e vinto due mondiali in Formula Cart. Poi, dopo l’incidente in cui ha perso le gambe, ha vinto in handbike 3 medaglie a Londra 2012 (due d’oro e una d’argento), 3 a Rio 2016 (due d’oro e una d’argento, nella foto) e 8 ori mondiali – #SkyZanardiDay: "Un privilegio vivere questa avventura"
  • ©Getty Images
    Zanardi (nella foto nel 1996) è nato a Bologna il 23 ottobre 1966 e ha cominciato a correre sui kart a 13 anni. Dopo vari successi, con la conquista di titoli italiani ed europei, passa alla Formula 3 e poi alla Formula 3000 – #SkyZanardiDay, una giornata con un eroe
  • Nel 1991 l’esordio in Formula 1: ha corso le ultime tre gare della stagione con il team Jordan. Dopo una parentesi come collaudatore della Benetton e come pilota della Minardi, arriva alla Lotus. Nel 1993 supera un brutto incidente durante le prove del Gran Premio di Belgio. Nel 1994 la scuderia lascia la Formula 1 per problemi economici e Zanardi si ritrova senza volante (foto del: 1998, 1996 e 2001) – #SkyZanardiDay, in esclusiva il docufilm "50XRio"
  • Si sposta, quindi, nella Formula Cart: vince il titolo sia nel 1997 sia nel 1998 e, grazie anche al suo carattere simpatico, diventa un pilota molto conosciuto nel circuito sportivo statunitense. Nel 1998 il ritorno in Formula 1: firma un contratto triennale con la Williams (nella foto è col compagno di scuderia Ralf Schumacher). Non ottiene grandi risultati e così, nel 2000, lascia di nuovo la categoria e torna alla Formula Cart – #SkyZanardiDay, Alex e il rapporto con suo papà
  • L’incidente che gli cambia la vita accade il 15 settembre 2001 a Lausitz, in Germania. Dopo la partenza in coda alla pit lane, Zanardi riesce a recuperare fino a piazzarsi in testa. Mentre rientra in pista dopo un pit stop, a 13 giri dalla fine, perde il controllo della macchina e dopo un testacoda si ritrova al centro della pista. Un pilota riesce ad evitarlo. Un altro, il canadese Alex Tagliani, centra la sua Reynard Honda, che si spezza in due – #SkyZanardiDay: "Un privilegio vivere questa avventura"
  • Zanardi appare subito gravissimo: perde le gambe e rischia di morire dissanguato. Dopo l’estrema unzione, viene caricato sull’elicottero e portato in ospedale: i medici lo operano per ore e riescono a salvargli la vita. Si sveglia dopo 3 giorni di coma farmacologico e, dopo una quindicina di operazioni e sei settimane di ricovero, è pronto a lasciare l’ospedale per iniziare la riabilitazione – Cena alla Casa Bianca: il selfie di Bebe Vio con Barack Obama
  • Zanardi non si perde d’animo e non perde neppure la simpatia e l’ironia. Tre mesi dopo l’incidente è ospite a sorpresa della cerimonia dei Caschi d’oro e, commuovendo tutti, si alza dalla sedia a rotelle ed esclama: “Sono talmente emozionato che mi tremano le gambe” – #SkyZanardiDay, una giornata con un eroe
  • Più tardi Zanardi ricomincia anche a correre. Nel 2003 chiude il conto con Lausitzring: torna sul circuito tedesco, sale in macchina e conclude quei 13 giri che l’incidente gli aveva impedito di fare – #SkyZanardiDay, in esclusiva il docufilm "50XRio"
  • Torna in pista e torna anche a vincere. Come nel 2005, quando conquista il Campionato Italiano Superturismo. Da allora, fino a oggi, non ha mai smesso di correre. Di recente ha vinto in auto, al Mugello, nel Tricolore Gt sulla sua Bmw – #SkyZanardiDay, Alex e il rapporto con suo papà
  • ©Getty Images
    Non solo auto. Dopo l’incidente Zanardi inizia a partecipare a varie manifestazioni per atleti disabili. In particolare, inizia una nuova carriera sportiva nel paraciclismo, l’handbike – #SkyZanardiDay: "Un privilegio vivere questa avventura"
  • ©Getty Images
    Nel 2007 partecipa alla sua prima gara di handbike alla maratona di New York. Da allora inizia a partecipare a tutte le principali competizioni nazionali e internazionali. Fino alle Olimpiadi di Londra nel 2012 (nella foto) e Rio nel 2016 – Cena alla Casa Bianca: il selfie di Bebe Vio con Barack Obama
  • Nel suo futuro, Zanardi vede “Tokyo 2020, se il fisico regge. E, l’anno prossimo alle Hawaii, rifare l’Ironman per la terza volta”. Sì, perché il campione ha partecipato anche a una delle gare più impegnative di triathlon: circa quattro chilometri a nuoto, 180 in handbike, 42 in carrozzina – #SkyZanardiDay, una giornata con un eroe
  • Zanardi, diventato un esempio per diverse generazioni, è sposato con Daniela (con lui in una foto del 2010) ed è padre di un figlio adolescente, Niccolò – #SkyZanardiDay, in esclusiva il docufilm "50XRio"
  • Zanardi sulla neve in una foto del 2010 – #SkyZanardiDay, Alex e il rapporto con suo papà
  • 23 gennaio 2004: il capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi consegna l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica ad Alex Zanardi – #SkyZanardiDay: "Un privilegio vivere questa avventura"
  • Michael Schumacher con Alex Zanardi in una foto del 2003 – Bebe Vio posa per Anne Geddes per il vaccino contro la meningite: FOTO