Dario Fo e Franca Rame: gli inseparabili rivoluzionari. FOTO

Sempre insieme sul palcoscenico e nella vita privata, fianco a fianco nelle battaglie politiche e nelle cerimonie ufficiali, hanno segnato la storia culturale del Novecento italiano. VIDEO - LA FOTOSTORIA

  • ©Fotogramma
    “Una bionda mozzafiato, quando me la son trovata davanti il cuore ha cominciato a danzare a ritmo forsennato. Però poi è stata lei a spingermi contro un muro e a baciarmi la prima volta”. Così Dario Fo ricordava il primo incontro con Franca Rame – La FOTOSTORIA di Dario Fo
  • ©ANSA
    Si erano conosciuti negli anni '50 e sposati nel 1954 (dalla loro unione è nato nel '55 Jacopo). Da allora è stata lei, che lo chiamava "il mio tutto", la sua interprete preferita e spesso la sua collaboratrice ai testi - L'addio di Dario Fo sui giornali stranieri
  • ©ANSA
    Nel 1955 nasceva il figlio Jacopo - La FOTOSTORIA di Dario Fo
  • ©Fotogramma
    Dario e Franca decisero, insieme, di sbattere la porta di 'Canzonissima' nel 1962, per la censura imposta alle loro scenette dichiaratamente politiche. "L'esilio televisivo" durò fino al 1977. Ma nel frattempo l'Italia aveva vissuto tanti drammi e la coppia Fo-Rame aveva radicalizzato la sua scelta più a sinistra del Pci - Omaggio a Franca Rame
  • ©Fotogramma
    Nel 1968 fondano la cooperativa “Nuova Scena” dal quale si separarono per divergenze politico-ideologiche. Questo portò alla nascita di un altro gruppo di lavoro: “La Comune”, celebre per gli spettacoli di satira e critica politica che mise in scena, come “Morte accidentale di un anarchico” - Franca Rame e Milano: la sua città di teatri e battaglie
  • ©Fotogramma
    Nel 1969 il drammaturgo portò per la prima volta in scena il “Mistero buffo”, che divenne la sua opera più famosa: Fo era l’unico attore sul palco e recitava testi antichi in un linguaggio teatrale mescolando lingue e dialetti. Con la moglie Franca Rame fu tra gli esponenti del Soccorso Rosso Militante - Leggi l'articolo
  • ©Fotogramma
    Negli anni '70 Franca Rame partecipò al movimento femminista e nel '73 venne sequestrata da un gruppo di estrema destra che la violentò. Un'esperienza drammatica che diventò un capitolo della sua battaglia politico-sociale e nel 1981 anche uno spettacolo: "Lo stupro" - La FOTOSTORIA di Dario Fo
  • ©Fotogramma
    Nel 1974 i due attori occuparono e trasformarono in teatro la Palazzina Liberty a Milano, dove Sebastian Matta dipingeva murales rivoluzionari – L'addio di Dario Fo sui giornali stranieri
  • ©ANSA
    Un grave momento di crisi nella vita di coppia negli anni Ottanta quando, stanca per i continui tradimenti, Rame annunciò in tv l’intenzione di divorziare. Tentò anche il suicidio, "un sabato pomeriggio". Crisi rientrata dopo le pubbliche grida di disperazione del marito - L'addio a Franca Rame
  • ©ANSA
    Una foto d'archivio dei due, durante gli anni Ottanta - Omaggio a Franca Rame
  • ©ANSA
    Insieme anche nei premi: quando a Stoccolma, nel dicembre del 1997 fu conferito a Dario Fo il Nobel per la Letteratura, lui mostrò una foto della moglie Franca Rame, dedicandole parole bellissime per dividere con lei l’alto riconoscimento - Franca Rame e Milano: la sua città di teatri e battaglie
  • ©ANSA
    Quella tra Dario Fo e Franca Rame è stata, forse, una tra le storie d’amore più belle del Novecento italiano - La FOTOSTORIA di Dario Fo
  • ©ANSA
    L'abbraccio di Dario Fo a Franca Rame - L'addio a Franca Rame
  • ©Fotogramma
    Dario fo e Franca Rame insieme sul palcoscenico in uno dei loro spettacoli teatrali - Franca Rame e Milano: la sua città di teatri e battaglie
  • ©Fotogramma
    Anche dopo la scomparsa di Franca, Dario Fo non ha mai smesso di amarla: “Dio… era meravigliosa: bellissima, affascinante, spiritosa” - Leggi l'articolo sulla scomparsa di Dario Fo