Si torna sui banchi ad Amatrice. Ecco dove andranno a scuola i ragazzi

Dopo la distruzione del sisma del 24 agosto è stata allestita la struttura da 600 metri quadri realizzata nei moduli installati dalla Protezione Civile della Provincia Autonoma di Trento. Martedì 13 settembre la prima campanella. Ad Ascoli Piceno invece l'inizio slitta al 19 settembre

  • 12 settembre – Oggi hanno aperto i battenti delle scuole di Umbria e Abruzzo, mentre per Lazio e Marche l'avvio è fissato per giovedì 15 settembre. Ad eccezione di Amatrice e Cittareale dove l'apertura è anticipata a martedì 13. Un primo segnale di ritorno alla normalità per bambini, ragazzi e per le loro famiglie – Terremoto, sbriciolati anche edifici recenti. Prima e dopo, i video a 360 gradi
  • (foto dell'inviata di Sky TG24, Monica Napoli) - Ad Amatrice aprirà la scuola realizzata nei moduli installati dalla Protezione Civile della Provincia Autonoma di Trento, mentre il liceo scientifico si trasferirà nel Palazzetto dello Sport - Lo speciale
  • I sopralluoghi, iniziati pochi giorni dopo il terremoto proprio per verificare l'agibilità delle scuole e consentire di definire un piano degli interventi laddove le strutture non fossero state agibili, hanno interessato 577 plessi scolastici: 390, pari al 70% del totale, sono stati ritenuti agibili, mentre altri tre pur non essendo danneggiati risultano al momento inagibili a causa di un rischio esterno – Le foto
  • (foto dell'inviata di Sky TG24, Monica Napoli) - Sono 110 le strutture dichiarate temporaneamente inagibili che tornerebbero agibili grazie a provvedimenti di pronto intervento; a questi se ne aggiungono 19 parzialmente inagibili e tre da rivedere per un'ulteriore valutazione. Sono invece 32 gli edifici scolastici inagibili, meno del 6% - Il Comune di Amatrice querela Charlie Hebdo per la vignetta sul sisma
  • (foto dell'inviata di Sky TG24, Monica Napoli) - Ad Amatrice la nuova scuola ha 12 aule da 35 metri quadri ciascuna, più altri moduli dedicati ai servizi, per una superficie complessiva di circa 600 metri quadri, e ospiterà gli alunni della scuola dell'infanzia, della primaria, della media e del liceo scientifico - Prima e dopo: ecco come il sisma ha distrutto strade e case. FOTO
  • Ad Arquata le scuole inizieranno il 15 settembre. Gli studenti saranno accolti sotto una tensotenda grande, con 10 moduli: cinque per le elementari, tre per le medie e due per la scuola materna". In uno dei comuni più devastati dal sisma, che lo scorso 24 agosto ha colpito il centro Italia, il plesso della scuola dell'infanzia e quello che riunisce medie ed elementari sono attualmente inagibili e così ci si organizza per far tornare al più presto gli studenti sui banchi - Lo speciale sul sisma
  • "Nelle Marche la scuola dovrebbe cominciare il 15, comunque oggi ho disposto il posticipo a lunedì 19 per consentire che possano essere ultimati i lavori che ci sono stati chiesti per la sicurezza e l'agibilità dei plessi". E' quanto dichiara il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli - Lo speciale sul sisma