Seveso, piantagione di marijuana nel bosco post diossina. FOTO

I carabinieri hanno scoperto piante di cannabis nell'area verde creata nella zona più inquinata dai veleni dal disastro di Seveso. Le piante sono state estirpate. Si indaga per stabilire chi ha creato la piantagione. La gallery

  • ©Fotogramma
    16 agosto. I carabinieri di Seregno, in provincia di Monza, hanno scoperto e sequestrato una piantagione di marijuana tra gli alberi del "Bosco delle Querce", che è stato creato sull'area più inquinata dalla diossina nel disastro di Seveso, di quarant'anni fa
  • ©Fotogramma
    Le trecentottanta piante sequestrate, alte fino a due metri, erano organizzate in tre diversi lotti, in una zona particolarmente impervia del bosco, sulle sponde del torrente Tarò, unica via di accesso praticabile
  • ©Fotogramma
    Le piante, radicate sia in vasi che nel terreno sono state estirpate e sequestrate per essere distrutte. Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Seregno per risalire a chi ha allestito la piantagione