Puglia, ad Andria l'addio alle vittime del disastro ferroviario

Migliaia di persone, nel palazzetto dello sport, per i funerali di 13 dei 23 morti dello scontro tra treni avvenuto il 12 luglio scorso. Presenti anche Mattarella e Boldrini. Le altre famiglie hanno scelto esequie private. FOTO - VIDEO

  • 16 luglio 2016: nel palazzetto dello sport di Andria si tengono i funerali di 13 delle 23 vittime del disastro ferroviario dello scorso 12 luglio – Scontro treni, tutti i video
  • Le altre famiglie hanno scelto per i propri cari esequie in forma privata, mentre le salme dei non pugliesi sono state riportate nelle città d’origine – Scontro treni, tutte le notizie
  • Lo scontro tra due treni, che ha provocato 23 vittime, è avvenuto lo scorso 12 luglio nelle campagne tra Andria e Corato – Scontro treni in Puglia, sul luogo dello schianto a 360 gradi
  • Il palazzetto dello sport di Andria, che può contenere circa 5mila persone, è pieno di persone per l’ultimo saluto alle vittime del disastro ferroviario – Scontro treni, tutti i video
  • Migliaia di persone si sono messe in coda sotto la pioggia per entrare nel palazzetto. Moltissime anche quelle che hanno assistito ai funerali dall’esterno – Schianto treni Puglia, Procura: "Riduttivo parlare di errore umano"
  • Dentro il palazzetto è stato allestito un altare e le bare sono state allineate una accanto all’altra – Scontro treni, le foto dopo il disastro
  • Ai funerali anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – Dal Guardian a Le Figaro, l'incidente in Puglia sui siti stranieri
  • Dopo essersi fermato per qualche minuto in raccoglimento davanti alle bare, Mattarella si è avvicinato ai parenti delle vittime – Scontro treni, tutti i video
  • Ad Andria anche Laura Boldrini, presidente della Camera (nella foto) e il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio – Scontro treni in Puglia, sul luogo dello schianto a 360 gradi
  • Presenti anche Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, e i sindaci di vari Comuni della provincia di Bari e della Bat – Gli incidenti ferroviari in Italia: infografica
  • "Le nostre coscienze sono state addormentate da prassi che ci sembrano normali ma non lo sono: quelle prassi dell'economia in cui non si pensa alla vita delle persone ma alla convenienza e all'interesse, senza scrupoli e con piccole e grandi inadempienze del proprio dovere", ha detto durante l’omelia il vescovo di Andria, Luigi Mansi – Scontro treni, code in tutta la Puglia per donare il sangue
  • "Temiamo che per troppi anni e per tante persone queste terre siano state considerate le periferie dell'Italia, quelle periferie alle quali il nostro Papa Francesco ha fatto tante volte riferimento", ha aggiunto. "Speriamo che si sospenda questo fare - ha detto ancora il vescovo - e che ci si occupi dei diritti di tutte le persone a cominciare dai più deboli e fragili, a cominciare proprio dalle periferie" – Puglia, il 15enne, il poliziotto, il macchinista: chi sono le vittime
  • Nel palazzetto di Andria non ci sono solo i parenti e i conoscenti delle vittime del disastro ferroviario. Sono tante anche le persone che, pur non conoscendo chi ha perso la vita, hanno voluto porgere l’ultimo saluto. Molti anche i giovani – Scontro treni, tutti i video
  • I parenti delle vittime sono affiancati e assistiti da psicologi e dai volontari che si sono occupati di loro dal giorno della tragedia. Sulle gradinate a sinistra dell'altare sono schierati personale delle forze dell'ordine, della Polfer, di Vigili del fuoco e di tutti i volontari che hanno partecipato alle operazioni di soccorso – Scontro treni in Puglia, sul luogo dello schianto a 360 gradi
  • Presente anche il capo della Polizia, Franco Gabrielli, che si è soffermato a lungo a parlare con i parenti del poliziotto Fulvio Schinzari, morto nell'incidente ferroviario. Nei giorni scorsi il fratello e la sorella di Schinzari, Giuseppe e Mariarita, hanno chiesto sia fatta giustizia da parte delle istituzioni – Scontro treni, tutte le notizie
  • Numerosi palloncini bianchi con la scritta "Ciao piccola Jole" sono stati legati alle ringhiere del Palasport di Andria. Jolanda Inchingolo è una delle giovani vittime dell'incidente, aveva 25 anni. Le sue foto sono state incollate sui fili che tengono i palloncini sospesi nel palazzetto, dove il rumore della pioggia ha accompagnato l'omelia del vescovo di Andria Luigi Mansi – Dal Guardian a Le Figaro, l'incidente in Puglia sui siti stranieri
  • Alla fine della cerimonia funebre, dopo la benedizione delle bare, i parenti si sono stretti attorno ai feretri dei loro cari mentre le autorità e le migliaia di persone nel palazzetto sono rimaste in silenzio. Poi un applauso ha accompagnato l’uscita delle bare – Scontro treni, tutti i video