Il Papa visita la comunità ebraica di Roma: "No all'antisemitismo"

Francesco parla al Tempio Maggiore, condanna ogni forma di razzismo e aggiunge: "La violenza contraddice ogni religione". E in sinagoga, dopo aver salutato in ebreo, dice: "Voi siete i nostri fratelli e le nostre sorelle maggiori nella fede". Elevate le misure di sicurezza. GALLERY - VIDEO

  • Visita di Papa Francesco al quartiere ebraico di Roma e al Tempio Maggiore, terzo Papa alla Sinagoga di Roma dopo Giovanni Paolo II il 13 aprile 1986 e Benedetto XVI sei anni fa, il 17 gennaio del 2010. Nel suo discorso alla Sinagoga di Roma, ha pronunciato anche alcune parole in ebraico. All'inizio "toda' rabba'", grazie. E al termine ha concluso il suo intervento con il tipico saluto ebraico, 'Shalom aleichem', "che la pace sia su di voi" - -
    Visita di Papa Francesco al quartiere ebraico di Roma e al Tempio Maggiore, terzo Papa alla Sinagoga di Roma dopo Giovanni Paolo II il 13 aprile 1986 e Benedetto XVI sei anni fa, il 17 gennaio del 2010. Nel suo discorso alla Sinagoga di Roma, ha pronunciato anche alcune parole in ebraico. All'inizio "toda' rabba'", grazie. E al termine ha concluso il suo intervento con il tipico saluto ebraico, 'Shalom aleichem', "che la pace sia su di voi" - - Tutte le foto sul pontificato
  • Giunto a Largo XVI ottobre, il Papa è stato accolto dal presidente della Comunità ebraica romana, Ruth Dureghello, dal residente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei), Renzo Gattegna, e dal presidente della Fondazione Museo della Shoah, Mario Venezia -
    Giunto a Largo XVI ottobre, il Papa è stato accolto dal presidente della Comunità ebraica romana, Ruth Dureghello, dal residente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei), Renzo Gattegna, e dal presidente della Fondazione Museo della Shoah, Mario Venezia - Tutte le foto sul pontificato
  • Il Pontefice ha deposto i fiori sulla lapide che ricorda la deportazione degli ebrei romani nel 1943 e ha percorso poi Via Catalana, fino all'effige in ricordo di Stefano Gai Taché, il bambino ucciso nell'attentato terroristico del 1982. Ha quindi raggiunto a piedi il Tempio Maggiore: sulla scalinata ha incontrato il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni e insieme sono entrati nella Sinagoga dove, con la comunità romana, erano presenti esponenti di diverse comunità ebraiche d'Europa –
    Il Pontefice ha deposto i fiori sulla lapide che ricorda la deportazione degli ebrei romani nel 1943 e ha percorso poi Via Catalana, fino all'effige in ricordo di Stefano Gai Taché, il bambino ucciso nell'attentato terroristico del 1982. Ha quindi raggiunto a piedi il Tempio Maggiore: sulla scalinata ha incontrato il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni e insieme sono entrati nella Sinagoga dove, con la comunità romana, erano presenti esponenti di diverse comunità ebraiche d'Europa – Tutte le foto sul pontificato
  • Imponenti le misure di sicurezza nel quartiere, dove sono stati posti i varchi di ingresso per gli invitati che hanno assistito alla visita di Papa Francesco alla Sinagoga. Tutta l'area attorno al Tempio Maggiore è stata chiusa ed è stata bonificata dalle forze di polizia -
    Imponenti le misure di sicurezza nel quartiere, dove sono stati posti i varchi di ingresso per gli invitati che hanno assistito alla visita di Papa Francesco alla Sinagoga. Tutta l'area attorno al Tempio Maggiore è stata chiusa ed è stata bonificata dalle forze di polizia - Tutte le foto sul pontificato
  • "Voi siete i nostri fratelli e le nostre sorelle maggiori nella fede", ha detto Francesco -
    "Voi siete i nostri fratelli e le nostre sorelle maggiori nella fede", ha detto Francesco - Tutte le foto sul pontificato
  • Il Papa ha condannato ogni forma di antisemitismo e di violenza. Ha inoltre fatto un appello per affrontare insieme i problemi di Roma
    Il Papa ha condannato ogni forma di antisemitismo e di violenza. Ha inoltre fatto un appello per affrontare insieme i problemi di Roma Tutte le foto sul pontificato