Sciopero grande distribuzione, Camusso: "Niente shopping". FOTO

I lavoratori di supermercati e grandi catene incrociano le braccia nell'ultimo sabato prima di Natale. Chiedono il rinnovo dei contratti scaduti da oltre due anni. In migliaia al corteo nazionale a Milano. LA GALLERY - IL VIDEO

  • ©Fotogramma
    19 dicembre: sciopero dei lavoratori della grande distribuzione. Per la giornata di protesta, indetta dalle principali sigle sindacali, è stato scelto uno dei giorni più caldi degli acquisti delle feste, il sabato prima di Natale. I lavoratori chiedono il rinnovo dei contratti nazionali scaduti da oltre due anni – Il servizio di Sky TG24
  • ©Fotogramma
    Si tratta della seconda giornata di protesta, dopo che quella del 7 novembre non aveva portato allo sblocco della trattativa. I lavoratori si sono dati appuntamento a Milano dove sfilano in corteo. I dipendenti della grande distribuzione in Italia sono circa 500mila - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    Il segretario della Cgil, Susanna Camusso, ha chiesto ai consumatori di astenersi dallo shopping natalizio nel giorno dello sciopero dei lavoratori della grande distribuzione. "Per un semplice tema di solidarietà" ha detto durante la manifestazione a Milano, verso lavoratori "da più di due anni senza contratto" - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    La situazione, soprattutto con Federdistribuzione, è tesissima. L'associazione ha accusato i sindacati di mostrare "scarso senso di responsabilità" e ha acquistato spazi sui giornali per tranquillizzare i clienti - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    Confesercenti ha invece tenuto basso il tono della polemica: lo sciopero, ha lamentato, "segna una battuta d'arresto ad un percorso che noi saremmo stati disponibili ad intraprendere già prima delle festività natalizie" per arrivare a un rinnovo "in tempi brevi" che tenga conto della "drammatica precarieta'" delle pmi del commercio - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    La battaglia, dalle aziende e le piazze, si è spostata anche nelle aule giudiziarie dove la Uiltucs ha affiancato i lavoratori di imprese aderenti a Federdistribuzione in diversi ricorsi per ottenere il riconoscimento degli aumenti salariali stabiliti dal contratto collettivo rinnovato con Confcommercio a marzo. Da diversi tribunali sono così partiti decreti ingiuntivi verso Auchan, Ikea, Carrefour e altre catene - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    Il segretario della Uil Barbagallo accusa: "Stanno ristrutturando il contratto che c'è perché vogliono cambiare in peggio l'organizzazione del lavoro, le turnistiche, qualifiche e malattie" - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    Un momento del corteo dei lavoratori della grande distribuzione a Milano La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    I lavoratori della grande distribuzione in Piazza San Babila a Milano - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    Il corteo dei lavoratori della grande distribuzione a Milano - La precedente mobilitazione
  • ©Fotogramma
    Il corteo dei lavoratori della grande distribuzione a Milano - La precedente mobilitazione