Benevento, volontari a lavoro nel pastificio Rummo: FOTO

Gli uomini della Protezione Civile di San Severino Marche, insieme alla popolazione e alle altre squadre sul posto, tolgono acqua e fango dai capannoni travolti dall'ondata di maltempo. La mobilitazione per salvare l'azienda continua anche sul web. E intanto la Coldiretti lancia un altro allarme: sepolte 80mila bottiglie di vino doc. GALLERY

  • I volontari del gruppo comunale di Protezione Civile di San Severino Marche scavano nel fango per liberare la linea di produzione ma anche i capannoni e il piazzale del pastificio Rummo, nella zona industriale di Benevento - #SaveRummo, solidarietà online per il pastificio beneventano
  • I volontari sono arrivati per prestare aiuto alle popolazioni e alle attività colpite dall'alluvione che nella notte tra il 14 e 15 ottobre ha provocato, fra l'altro, l'esondazione del fiume Calore - #SaveRummo, solidarietà online per il pastificio beneventano
  • Si scava da ore nel fango per liberare la linea di produzione ma anche i capannoni e il piazzale del pastificio Rummo - Due morti nel beneventano per il maltempo
  • "Stiamo lavorando alacremente per riportare lo stabilimento alla normalità. Contiamo di parlare presto con precisione dei tempi di recupero" ha detto Cosimo Rummo, presidente e amministratore dell'omonimo pastificio beneventano, che la settimana scorsa è stato travolto da "un'ondata di quasi quattro metri" - #SaveRummo, solidarietà online per il pastificio beneventano
  • Intanto la Coldiretti ha lanciato un altro allarme: sono ottantamila le bottiglie di vino Falanghina e Aglianico del Sannio Doc sepolte nel fango a causa dell'ondata di maltempo che ha allagato la Cantina di Solopaca - Due morti nel beneventano per il maltempo
  • Si tratta di una delle più grandi aziende vitivinicole del Beneventano, con circa seicento agricoltori soci e mille ettari di vigneti, finita sott'acqua a causa dello straripamento di un torrente con gravissimi danni alla struttura - DISSESTO DOLOSO, LO SPECIALE