Vaprio d'Adda, pensionato uccide un ladro entrato in casa

L'uomo, 65 anni, ha sparato contro un giovane che era entrato nel suo appartamento per rubare. Ora è indagato per omicidio volontario. I vicini lo difendono: da agosto aveva subito quattro furti. LE FOTO

  • ©Fotogramma
    Il padrone di casa ha raccontato che, svegliato dai rumori, ha preso la sua pistola (regolarmente detenuta), si è alzato e si è trovato davanti nel buio una figura, a cui ha sparato un colpo - Leggi l'articolo
  • ©Fotogramma
    A essere ucciso un giovane, intorno ai 25 anni, probabilmente straniero - Leggi l'articolo
  • ©Fotogramma
    A chiamare i carabinieri una vicina, che ha visto due-tre persone scavalcare la recinzione della villetta a fianco
  • ©Fotogramma
    "Da agosto ad oggi, che io sappia, i ladri sono entrati da lui quattro volte" ha dichiarato una residente della zona
  • ©Fotogramma
    L'arma, una calibro 38 semiautomatica, era detenuta legalmente
  • I carabinieri nella villetta di Vaprio D'Adda (Milano) dove la scorsa notte il pensionato ha sparato ed ucciso un ladro che si era introdotto in casa sua. Dall'abitazione i militari hanno sequestrato alcuni indumenti
  • ©Fotogramma
    Il pensionato che ha sparato è ora accusato di omicidio volontario
  • ©Fotogramma
    Secondo una prima ricostruzione il 65enne ha sentito dei rumori provenienti dal suo appartamento al terzo piano di un palazzo di via Luigi Cagnola, ha visto sul balcone una figura indistinta che stava brandendo qualcosa, si è spaventato, ha estratto la sua pistola legalmente detenuta e ha fatto fuoco