Brescia, i Ris tornano nella fonderia dell'imprenditore scomparso. FOTO

Gli investigatori si concentrano soprattutto sul forno, con l'esame anche dei filtri, nella speranza di trovare qualche traccia di Mario Bozzoli. Attesa per i risultati dell’autopsia di Giovanni Ghirardini, il dipendente ritrovato morto: sul suo decesso la Procura ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di istigazione al suicidio  

  • ©Fotogramma
    I Ris di Parma sono tornati nella fonderia dell’imprenditore scomparso Mario Bozzoli - Ritrovato morto l'operaio scomparso
  • ©Fotogramma
    Le ricerche nei tombini e nei forni della fonderia - Dopo l'imprenditore scompare anche un dipendente
  • ©Fotogramma
    Gli investigatori nella casa di Giuseppe Ghirardini, l’operaio trovato morto a Ponte di Legno. La Procura di Brescia ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di istigazione al suicidio - Ritrovato morto l'operaio scomparso
  • ©Fotogramma
    Si tratta, è stato spiegato in ambienti giudiziari, di un'ipotesi tecnica, per consentire accertamenti quali l'autopsia che e' stata eseguita oggi mentre gli esiti si sapranno solo nei prossimi giorni
  • ©Fotogramma
    Sono due, ed entrambi ancora contro ignoti, i fascicoli aperti dalla Procura di Brescia in relazione alla scomparsa dell'imprenditore Mario Bozzoli, scomparso l'8 ottobre scorso, e la morte di un suo dipendente, Giuseppe Ghirardini, trovato morto ieri in alta montagna
  • ©Fotogramma
    Gli investigatori non hanno, al momento, elementi per escludere con certezza alcuna ipotesi, e resta la possibilità che, anziché di un sequestro o di un allontanamento volontario, possa trattarsi di un omicidio. Cresce anche l'attesa per l'esito dell'autopsia di Giuseppe Ghirardini, il dipendente addetto ai forni ritrovato morto domenica - Ritrovato morto l'operaio scomparso