Milano, blitz contro gang salvadoregna: 15 arresti. FOTO

Maxi-operazione della Polizia nei confronti dei componenti della banda Barrio 18, accusati a vario titolo di associazione per delinquere, tentato omicidio, rapina aggravata, spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, lesioni personali aggravate. VIDEO

  • ©ANSA
    22 settembre. Maxioperazione della polizia di stato a Milano contro la banda salvadoregna Barrio 18. Quindici le persone arrestate, tra cui anche due italiani. In manette anche il presunto capo della gang Denis José Hernandez Cabrera detto Gato. L'indagine aveva preso le mosse dalla denuncia del 5 dicembre 2013 di una giovane salvadoregna che aveva dichiarato di aver subito violenza sessuale da un affiliato alla gang - Tutte le notizie da Milano
  • ©ANSA
    Alcune delle armi sequestrate ai membri della gang. Indagati a vario titolo per associazione per delinquere, tentato omicidio, rapina aggravata, spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, lesioni personali aggravate e detenzione e porto di armi da sparo e da taglio - Tutte le notizie da Milano
  • ©ANSA
    Una delle armi usate dalla gang. - La 'Barrio 18' è una delle più pericolose e diffuse gang di 'latinos' al mondo. Nata a Los Angeles da immigrati salvadoregni di seconda generazione, la banda conta oggi decine di migliaia di affiliati solamente in California, ed e' presente in tutta l'America Centrale, ma anche in Spagna, Australia, Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania e, da qualche anno, anche Italia - Tutte le notizie da Milano
  • ©ANSA
    Una delle armi sequestate agli affiliati della gang. Gli arrestati nell'operazione Barrio garantivano, con lo spaccio e altri reati, "quote associative" che dovevano assicurare "il sostentamento dei compagni detenuti", come nelle organizzazioni criminali nostrane Tutte le notizie da Milano
  • ©ANSA
    Alcuni dei tatuaggi che identificano gli appartenenti alla gang Barrio 18. La gang, che aveva scelto come base l'ex Parco Trotter, nei pressi di via Padova, aveva come obiettivo la supremazia della zona rispetto alle altre bande - nella logica dei gruppi di latinos di Los Angeles - e lo spaccio, le rapine e altri reati servivano appunto per garantirsi questa supremazia - Tutte le notizie da Milano
  • ©ANSA
    Alcuni graffiti in Via Sammartini a Milano riferibili alla banda Barrio 18. Per entrare a far parte della gang, oltre a essere di origini salvadoregne, è necessario partecipare a un rito di iniziazione che consiste nel resistere a 18 minuti di pestaggio da parte degli altri membri della gang - Tutte le notizie da Milano
  • ©ANSA
    Graffiti all'ex parco Trotter di Milano. Del gruppo facevano parte anche due italiani (un uomo e una donna) ai quali però non è stata contestata l'associazione a delinquere "perché - è stato spiegato - non erano salvadoregni", una condizione necessaria per poter far parte della gang "Barrio 18" a tutti gli effetti - Tutte le notizie da Milano