La marcia degli scalzi, dal Lido a Palermo solidarietà ai migranti. FOTO

All'iniziativa, partita da Venezia, hanno aderito molte città. Tanti i cittadini che camminano senza scarpe per chiedere dignità e rispetto per quanti fuggono da povertà, guerre o dittature. LA GALLERY – IL VIDEO

  • Venezia, Roma, Perugia, Torino, Palermo, Firenze. Sono tante le città italiane che hanno aderito all'iniziativa di solidarietà nei confronti dei profughi - LO SPECIALE MIGRANTI
  • La "marcia degli scalzi" è stata lanciata da un gruppo di artisti e attivisti che sfileranno a Venezia in occasione del Festival del cinema e ha poi assunto un respiro nazionale - TUTTE LE FOTO
  • A Venezia il corteo, partito dal molo di Santa Elisabetta, ha in testa tra gli altri il regista Andrea Segre, uno dei promotori, e all'interno c'è anche il segretario confederale della Cgil Susanna Camusso. Tra i partecipanti nelle prime file anche Staino, Silvia Costa e il parlamentare di Sel Giulio Marcon - LO SPECIALE MIGRANTI
  • "E' importante dire che la marcia sta procedendo in 71 città - ha detto Segre - Anche se è stata promossa da personaggi dello spettacolo non è un'autocelebrazione, ma la richiesta di uscire dalla fortezza in cui ci siamo rinchiusi in Europa per fermare la tragedia dei morti" - LO SPECIALE MIGRANTI
  • A Firenze la marcia è partita da piazza S. Maria Novella per raggiungere piazza San Giovanni a piedi scalzi "come chi ha perso - si spiega in una nota del comitato Basta morti nel Mediterraneo - le scarpe nella traversata in mare o le ha consumate in una lunga marcia in fuga dalla guerra" - TUTTE LE FOTO
  • Sullo striscione che apre il corteo c'è l'hashtag #apiediscalzi e tra i tanti cartelloni gli slogan 'Non siamo un pericolo, siamo in pericolo' e 'Da Venezia a Kobane, da Budapest a Bruxelles' - LO SPECIALE MIGRANTI
  • La prima città dove si è svolta la "marcia degli scalzi" è stata Palermo - TUTTE LE FOTO
  • Un migliaio ii partecipanti alla marcia degli scalzi secondo la questura, probabilmente il doppio per gli organizzatori, al Lido di Venezia, che si è conclusa con una delegazione di 20 persone che tenendosi per mano ha sfilato sul tappeto tosso del Palazzo del Cinema
  • La marcia è a piedi scalzi, "come richiamo ai bisogni primari dell'uomo, perché si parla di persone che lottano per la propria vita" ha spiegato Andrea Segre. Sullo striscione che apriva il corteo c'era l'hashtag '#apiediscalzi e la data di oggi, 11 settembre 2015, e tra i tanti cartelloni anche le gigantografie con le drammatiche immagini dei migranti a Calais
  • Un momento della marcia degli uomini e delle donne scalzi a Firenze
  • Il corteo a Napoli delle donne e degli uomini scalzi che, giunti a Castel Dell'Ovo, hanno lanciato fiori in mare
  • Anche a Torino cittadini in strada per la marcia degli scalzi