Roma, funerali da "Padrino" per boss Casamonica. Scoppia polemica politica. FOTO

La bara arrivata su una carrozza trainata da cavalli, petali di rose lanciati da un elicottero, canzoni di film famosi e striscioni: nel quartiere Tuscolano della Capitale, davanti alla chiesa di Don Bosco, l'ultimo sfarzoso saluto a uno dei capi del clan criminale. Marino: "Intollerabile". Sel presenterà interrogazione parlamentare. Alfano chiede relazione al prefetto. A SKY TG24 IL PRETE CHE HA CELEBRATO LA FUNZIONE - CHI SONO I CASAMONICA: VIDEO - LA NOTIZIA FA IL GIRO DEL MONDO

  • ©ANSA
    Giovedì 20 agosto: a Roma, nel popolare quartiere Tuscolano, si è svolto lo sfarzoso funerale del boss Vittorio Casamonica – A Sky TG24 il prete che ha celebrato la funzione
  • ©ANSA
    Il feretro è arrivato davanti alla chiesa di San Giovanni Bosco su un’antica carrozza nera trainata da sei cavalli dello stesso colore – Mafia Capitale, tutte le notizie
  • ©ANSA
    All’arrivo della bara, la banda ha intonato prima le note composte da Nino Rota per il film “Il Padrino” e poi la colonna sonora di “2001 odissea nello spazio”. All’uscita del feretro dalla chiesa, poi, un’altra colonna sonora: la canzone “Paradise” del film “Laguna blu” – – Mafia Capitale: a processo Buzzi, Carminati e diversi politici
  • ©ANSA
    I funerali hanno sollevato polemiche politiche. Sel ha annunciato che presenterà un'interrogazione parlamentare. Alfano ha chiesto una relazione dettagliata al prefetto Gabrielli. "È intollerabile che i funerali siano strumenti dei vivi per inviare messaggi mafiosi", ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino. Il commissario romano del Pd, Matteo Orfini: “Roma non può essere sfregiata da chi la vorrebbe far diventare un set del Padrino". "È allarmante che il funerale di un esponente del clan Casamonica, coinvolto in numerose inchieste sulla criminalità romana e su Mafia Capitale, si sia trasformato in una ostentazione di potere mafioso", ha detto il presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi – Blitz contro clan Casamonica, 39 arresti a Roma
  • ©ANSA
    "Imbarazzo" per le "scene hollywoodiane" è il commento dal Vicariato: "Tuttavia il parroco ha valutato in base alle norme del diritto canonico e non poteva rifiutare”. La Chiesa, hanno sottolineato, di fatto rifiuta i funerali solo in "casi molto particolari", quando per esempio si tratta di "persone scomunicate". Nel 2006 la moglie cattolica di Pergiorgio Welby, militante del Partito Radicale, copresidente dell'Associazione Luca Coscioni, impegnato per il riconoscimento legale del diritto al rifiuto dell'accanimento terapeutico e per il diritto all'eutanasia, aveva scelto la stessa chiesa per i funerali religiosi del marito: il Vicariato di Roma si oppose. Il funerale laico si svolse di fronte alla chiesa, in piazza Don Bosco – Clan Casamonica, arresti e sequetri per 15 milioni di euro
  • ©ANSA
    Fiori sono stati lanciati per strada e petali di rose buttati giù da un elicottero. Il boss Vittorio Casamonica, uno dei personaggi di spicco dell’omonimo clan, aveva 65 anni – Roma, blitz conto Casamonica
  • ©ANSA
    Il clan Casamonica è composto da nomadi che dagli anni '70 si stabilirono a Roma, grazie anche alla collaborazione con la Banda della Magliana, e “occuparono” le zone sud-est della Capitale, per poi estendersi a Castelli Romani e sul litorale con i loro traffici di droga, estorsioni, usura e racket – Foto Casamonica, botta e risposta Alemanno-Marino
  • ©ANSA
    Ma dal 2004 è emerso con una indagine della Dia che il clan dei Casamonica nel tempo si è evoluto, affinando le capacità di gestire denaro e di farlo circolare dall'Italia all'estero e viceversa con metodi di alta finanza e accumulando un patrimonio di oltre 200 milioni di euro – Roma, tutte le notizie
  • ©ANSA
    Il timbro matriarcale da sempre distingue il clan: il riciclaggio dei capitali e il loro trasferimento dall'Italia al Principato di Monaco e viceversa, ad esempio, era quasi interamente gestito dalle donne della famiglia – Mafia Capitale: a processo Buzzi, Carminati e diversi politici
  • ©ANSA
    Recentemente il clan dei Casamonica è tornato sulle cronache dei giornali per una foto uscita fuori durante le polemiche legata all'inchiesta Mafia Capitale. L'istantanea, scattata nel 2010 nel centro di accoglienza Baobab, riprendeva l'allora sindaco di Roma Gianni Alemanno con Luciano Casamonica, incensurato ma ritenuto uno dei boss del clan, l'ex capogruppo del Pd capitolino Umberto Marroni e il padre Angiolo, garante dei detenuti della Regione Lazio, Daniele Ozzimo, consigliere capitolino del Pd, Giuliano Poletti, poi diventato ministro, e Salvatore Buzzi, il boss delle Cooperative in carcere per l'inchiesta Mafia Capitale – Quando Alemanno mostrò la foto con Buzzi
  • ©ANSA
    “Hai conquistato Roma, ora conquisterai il paradiso”: è questo uno degli striscioni esposti per ricordare Vittorio Casamonica – Mafia Capitale, tutte le notizie
  • ©ANSA
    Il funerale è iniziato con una colonna di auto di lusso dalle quali alcune persone spogliavano fiori lanciando per strada i petali – Mafia Capitale, l'inchiesta che ha travolto Roma: foto
  • ©ANSA
    “Vittorio Casamonica re di Roma”: è questo uno degli striscioni esposti per ricordare il boss – Ostia, sequestrato il porto turistico. Arrestato anche il presidente Balini
  • ©ANSA
    La bara aveva sopra un’immagine di padre Pio – Roma, Marino vara il rimpasto: 4 nuovi assessori
  • ©ANSA
    Una folla di persone ha voluto portare l'ultimo saluto a Vittorio Casamonica. “Era una brava persona, corretto”, hanno commentato alcuni conoscenti al termine della messa – #Romasonoio, su Twitter Alessandro Gassmann lancia l'hashtag contro il degrado
  • ©ANSA
    Dopo la funzione la bara è stata trasportata via in una Rolls-Royce, tra le lacrime delle molte donne vestite a lutto – Degrado Roma, Ama: a settembre strade più pulite