Migranti, le immagini del barcone affondato il 18 aprile

Individuato a circa 85 miglia dalle coste libiche e a una profondità di 375 metri il relitto del naufragio nel quale sono morte circa 800 persone. La Procura: "All’interno molti corpi". LE FOTO
  • 7 maggio. Sarebbe stato individuato a circa 85 miglia dalle coste libiche e a una profondità di 375 metri il relitto del barcone naufragato lo scorso 18 aprile, quando morirono circa 800 migranti - La cronaca del naufragio del 18 aprile
  • I cacciamine Gaeta e Vieste della Marina militare italiana hanno individuato un relitto di colore blu della lunghezza di 25 metri, "correlabile - sottolinea la Marina - con il relitto del barcone inabissatosi lo scorso 18 aprile" - La cronaca del naufragio del 18 aprile
  • E' stata la procura di Catania, che indaga sul peggiore naufragio avvenuto nel Mediterraneo dal dopoguerra, a incaricare la Marina militare di localizzare il peschereccio affondato - La cronaca del naufragio del 18 aprile
  • In alcune immagini, non diffuse dalla marina, si vedrebbero molti corpi all'interno dello scafo. Secondo quanto hanno raccontato i superstiti molti migranti erano stati chiusi all'interno della stiva - La cronaca del naufragio del 18 aprile