Milano, dopo la devastazione i cittadini puliscono la città

Il giorno dopo la guerriglia per le vie del centro le persone scendono in strada munite di scope, stracci e idranti per cancellare i segni lasciati dal passaggio dei black bloc. FOTO - VIDEO - MAPPA
  • Cittadini volontari ripuliscono i muri di Milano e riparano i danni dopo gli scontri avvenuti nel giorno dell'inaugurazione dell'Expo, 2 maggio 2015 - . Lo speciale
  • 2 maggio 2015 - Questo è il volto della Milano che reagisce alla devastazione - la città messa a ferro e fuoco dai black bloc
  • Il giorno dopo la follia dei black bloc le strade sono quasi tutte ripulite - Milano, il fumo dopo gli scontri
  • In via Carducci e nelle zone limitrofe - pieno centro della città - si notano ancora i segni della devastazione del 1 maggio - I pm indagano per devastazione
  • Gli opertori dell'Amsa si sono messi al lavoro subito dopo la fine delle violenze dei black bloc -
  • Vetrine di negozi devastate, ingressi di banche completamente distrutti, decine di auto date alle fiamme o danneggiate: questi i segni lasciati dalla devastazione delle tute nere - Black bloc, giacche nere a terra per mischiarsi alla folla
  • I black bloc hanno preso di mira tutto ciò che hanno incontrato lungo il loro cammino - I commenti dei residenti
  • Sono state soprattutto le banche ad essere prese di mira dalle tute nere - Expo 2015, lo speciale
  • Scope, stracci, idranti: così a Milano si riporta la città alla normalità - Le voci dei residenti
  • Personale dell'Amsa e cittadini volontari ripuliscono i muri di Milano e riparano i danni dopo gli scontri avvenuti nel giorno dell'inaugurazione dell'Expo, 2 maggio 2015 - Pm indagano per devastazione
  • Personale dell'Amsa e cittadini volontari ripuliscono i muri di Milano e riparano i danni dopo gli scontri avvenuti nel giorno dell'inaugurazione dell'Expo, 2 maggio 2015 - Expo, tutte le foto