Addio Elio Toaff, in centinaia per il saluto in Sinagoga

La bara del rabbino capo emerito di Roma, scomparso a 99 anni, è stata esposta sotto al colonnato del Tempio Maggiore per l'ultimo saluto nella Capitale. A rendergli omaggio anche Renzi e il sindaco Marino. I funerali nel pomeriggio a Livorno. FOTO
  • Centinaia di persone hanno reso omaggio al feretro di Elio Toaff, rabbino capo emerito di Roma –
  • Il feretro è stato esposto sotto al colonnato del Tempio Maggiore di Roma per l’ultimo saluto nella Capitale –
  • Elio Toaff è morto la sera del 19 aprile, a 99 anni (ne avrebbe compiuti 100 il 30 aprile) – 2010: i 95 anni di Toaff
  • A Livorno, nel pomeriggio del 20 aprile, i funerali –
  • La bara con il corpo di Toaff è uscita alle 11, tra gli applausi, dall’abitazione del rabbino (proprio accanto alla Sinagoga) ed è stata portata a spalla in cima alla gradinata che conduce alla porta dell'edificio –
  • A rendere omaggio al feretro di Elio Toaff, la sera della sua scomparsa, anche il premier Matteo Renzi –
  • È stato “un grande italiano, un gigante del nostro tempo”, ha detto Renzi del rabbino capo emerito di Roma –
  • Anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino, alla Sinagoga: “Ci lascia non solo un simbolo della comunità ebraica ma un grande italiano. Un uomo che dopo la tragedia della Shoah ha saputo ricostituire una vera comunità ed è un esempio per il nostro Paese” -
  • A rendere omaggio a Toaff anche il prefetto di Roma Franco Gabrielli, il leader radicale Marco Pannella, il presidente dell'Ucei Renzo Gattegna e tutti gli esponenti della Comunità ebraica della Capitale –
  • Anche il Papa si è detto vicino al rabbino Di Segni e alla “comunità ebraica di Roma nel ricordo riconoscente” di Elio Toaff, “uomo di pace e di dialogo, che accolse Giovanni Paolo II nella storica visita al Tempio Maggiore” -
  • Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma -
  • Nella Sinagoga è stato letto un messaggio di Mattarella: “Non va soltanto commemorato ma ne va ricordato, oggi e in futuro, l'insegnamento morale e civile. Sarei lieto dell’intitolazione di una via di Roma a Toaff” -
  • Roma saluta Toaff anche con le bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio nelle scuole -
  • Livorno, luogo dei funerali, è la città in cui Toaff è nato e di cui il padre era stato rabbino –
  • Sono tanti i messaggi di cordoglio arrivati per la morte del rabbino capo emerito di Roma –
  • Tante anche le personalità che sono arrivate alla Sinagoga di Roma per l’ultimo saluto –
  • L’ex presidente Giorgio Napolitano, durante la visita al Tempio Maggiore, ha sottolineato la sua “grande ammirazione per quel che ha fatto” Toaff –
  • Presente, oltre a diversi ministri, anche la presidente della Camera Laura Boldrini. “Le religioni non possono essere strumentalizzate ed essere motivo di distruzione e di morte. Questo è l'insegnamento del rabbino Toaff”, ha detto -
  • “Ricordo la sua grande umanità e la grande capacità di dialogo con tutte le religioni”, ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso -
  • Omaggio al feretro di Toaff anche per Emma Bonino -
  • Presente anche Marco Pannella. “Ho inutilmente chiesto a quattro presidenti della Repubblica di nominarlo senatore a vita, perché conoscevo la sua vita, il suo modo di pensare e di essere”, ha detto il leader radicale -