Milano, migliaia in piazza contro l'omofobia: FOTO

La protesta si è svolta in concomitanza con il convegno "Difendere la famiglia per difendere la comunità" organizzato dalla Regione. Intanto il sindaco Pisapia annuncia: "Sono indagato per non aver cancellato le trascrizioni dei matrimoni gay"
  • 17 gennaio 2015. Hanno aderito oltre mille persone al presidio “L'unica malattia è l'omofobia”, organizzato dal gruppo in difesa dei diritti delle persone omosessuali 'I Sentinelli' di Milano e dai Giovani democratici - Gay Pride nel mondo: tutte le foto
  • La protesta si è svolta poco distante dalla sede della Regione Lombardia, dove era in corso un convegno sulla famiglia tradizionale, accusato di accogliere tesi omofobe - Nozze gay, in campo l'Anci. Fassino: "Serve una legge"
  • Decine le sigle che hanno aderito alla manifestazione di piazza, soprattutto quelle legate al movimento per i diritti Lgbt ma anche sindacati, movimenti politici e altri - Gay Pride nel mondo: tutte le foto
  • In piazza sono scesi anche alcuni consiglieri ed esponenti politici regionali e comunali di centrosinistra - Nozze gay, in campo l'Anci. Fassino: "Serve una legge"
  • Intanto nello stesso giorno il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha rivelato: “Sono indagato per omissione di atti d'ufficio per non aver ottemperato alla richiesta del prefetto" di cancellare le trascrizioni dei matrimoni omosessuali - Gay Pride nel mondo: tutte le foto
  • Un momento del corteo “L'unica malattia è l'omofobia” che si è svolto a Milano sabato 17 gennaio -
  • Un momento del corteo “L'unica malattia è l'omofobia” che si è svolto a Milano sabato 17 gennaio - Nozze gay, in campo l'Anci. Fassino: "Serve una legge"
  • Un momento del corteo “L'unica malattia è l'omofobia” che si è svolto a Milano sabato 17 gennaio - Gay Pride nel mondo: tutte le foto