Valanghe in Alto Adige: un morto e tre feriti

Un gruppo di scialpinisti è stato investito mentre saliva verso Cima della Neve, sopra Riva di Tures. Venti escursionisti tratti in salvo. Una vittima anche in Austria: un italiano è stato travolto da una slavina durante un'escursione sul Madrisajoch
  • 6 gennaio 2015 - Due valanghe di enormi dimensioni hanno investito un folto gruppo di scialpinisti che stava salendo verso Cima della Neve (2.925 m), sopra Riva di Tures - Previsioni meteo
  • E' di un morto e tre feriti, di cui uno grave, il bilancio dell'intervento su Cima della Neve, a Riva di Tures. Tratti in salvo circa 20 escursionisti - Previsioni del tempo in montagna
  • Proseguono le ricerche anche in val Senales, dove si sono staccate altre due valanghe, una in zona Bellavista, probabilmente senza persone coinvolte, e un'altra a Punta di Saldura, poco lontano dal rifugio Lazaun. Le previsioni per i prossimi giorni
  • La val Senales e Riva di Tures si trovano lungo la cresta di confine, l'unica zona dell'Alto Adige che attualmente non lamenta la mancanza di neve e per questo molto frequentata dagli scialpinisti. Nel nord dell'Alto Adige il pericolo valanghe è 3 - Sky Meteo24, le previsoni
  • E si registra purtroppo anche una vitta italiana sotto una valanga in Austria: si tratta di un uomo di 48 anni di Ponteranica (Bergamo) -
  • E' stato travolto da un'enorme slavina durante un'escursione in solitaria sul Madrisajoch (2.612 m), sopra Gargellen nel Vorarlberg. L'incidente si è verificato il 5 gennaio, ma solo il giorno dopo la salma è stata recuperata dal soccorso alpino - Sky Meteo24, le previsoni