Minacce a Saviano e Capacchione: assolti i boss. FOTO

Il Tribunale di Napoli ha condannato l'avvocato Santonastaso, e assolto Antonio Iovine e Francesco Bidognetti per "non aver commesso il fatto". Per lo scrittore "è una vittoria a metà". E aggiunge: "Non sono invincibili, le parole fanno male ai clan"
  • 10 novembre 2014. Il Tribunale di Napoli ha assolto "per non aver commesso il fatto" i boss della camorra Antonio Iovine e Francesco Bidognetti per le presunte minacce ai giornalisti Roberto Saviano e Rosaria Capacchione, entrambi presenti in Aula - Minacce a Saviano e Capacchione, assolti i boss dei Casalesi
  • L'avvocato Michele Santonastaso è stato invece condannato ad un anno di reclusione, con pena sospesa, per le minacce a Saviano e Capacchione. Assolti gli altri tre imputati: l'avvocato Carmine D'Aniello e i boss Iovine e Bidognetti - Saviano: le parole fanno male ai clan - VIDEO
  • La terza sezione del Tribunale di Napoli ha condannato Santonastaso anche al pagamento del risarcimento dei danni a favore di Saviano, Capacchione e dell'Odg della Campania, oltre ad una provvisionale di 20 mila euro alla giornalista - Saviano in aula contro i boss: "Io libero solo all’estero"
  • "Non sono imbattibili, non sono invincibili e la sentenza lo dimostra", ha commentato Roberto Saviano che ha aggiunto: "Dare la scorta a chi scrive significa permettere di scrivere e garantire un diritto costituzionale" - La lettura della sentenza
  • "Spero che questa sentenza possa essere un primo passo verso la libertà, che ora ci possa essere una mia vita nuova", è stato il commento a caldo di Saviano dopo la lettura del verdetto - Saviano a Sky TG24: "Attenzione a bonifica Terra dei fuochi"
  • "I casalesi si dimostrano per l'ennesima volta dei guappi di cartone perché si sono nascosti dietro un avvocato", ha detto Roberto Saviano commentando la sentenza del Tribunale di Napoli - La lettura della sentenza
  • Roberto Saviano è stato presente sin dal mattino nell'Aula del Tribunale di Napoli, dove si è svolto il processo a boss e avvocati del clan dei Casalesi accusati di aver minacciato lo scrittore e la giornalista Rosaria Capacchione - Minacce Saviano, le parole dell'Avvocato Antonio Nobile
  • Saviano è arrivato nell'aula 116 del Tribunale di Napoli, dove è presente anche Rosaria Capacchione. I due, secondo l'accusa, sarebbero stati vittime di minacce da parte dei boss dei Casalesi Francesco Bidognetti ed Antonio Iovine - Processo Casalesi, Saviano: oggi giorno decisivo per me
  • Poche ore prima della sentenza, Roberto Saviano sul suo profilo Twitter ha pubblicato una foto del letto dove ha passato la notte, commentando: "Risveglio in caserma. Per me Napoli da otto anni è questo: caserma e tribunale" - Mafia, Saviano: in Italia c'è rischio di tornare indietro
  • Poco dopo ha pubblicato una seconda foto, di spalle, mentre si trova in Tribunale, con il commento: "Siamo in aula. Inizia l'udienza" - Camorra, il boss Iovine ha deciso di collaborare
  • Il processo si è svolto davanti alla terza sezione del Tribunale di Napoli. Gli imputati erano i boss Francesco Bidognetti e Antonio Iovine (entrambi assolti), oltre a due loro avvocati (uno assolto e uno condannato) - Processo Casalesi, Saviano: oggi giorno decisivo per me
  • Le presunte minacce di morte avvennero nel 2008, durante il processo Spartacus. Saviano ha fatto il suo ingresso nell'Aula dopo essersi soffermato in una stanza retrostante, insieme con la scorta, in attesa dell'inizio dell'udienza - Mafia, Saviano: in Italia c'è rischio di tornare indietro
  • L'abbraccio in aula tra Roberto Saviano e Rosaria Capacchione. Lo scrittore ha anche pubblicato sul suo profilo Facebook un breve video della corsa in auto verso il Tribunale - Il video di Saviano pubblicato su facebook
  • "Per me è un giorno decisivo, cerco di essere obiettivo anche se sono coinvolto", ha detto Saviano a Sky TG24. "Sono in grande ansia perché sono anni che vivo in questa situazione; la vivo un po' come una resa dei conti" - Processo Casalesi, Saviano: oggi giorno decisivo per me
  • "Non era mai successo nella storia della criminalità organizzata che dei capi si fossero esposti così tanto sulla libertà di stampa, considerando chi scrive responsabile delle loro condanne. Questa è una novità assoluta - Minacce Saviano, le parole dell'Avvocato Antonio Nobile
  • Antonio Iovine, che nei mesi scorsi ha deciso di collaborare con la giustizia, è stato assolto, così come chiesto dai pm della Dda. "Il suo pentimento - ha detto Saviano - è stata già in parte una vittoria" - Minacce a Saviano e Capacchione, assolti i boss dei Casalesi
  • Per il boss Francesco Bidognetti e gli avvocati Michele Santonastaso e Carmine D'Aniello era stata chiesta una condanna ad un anno e sei mesi di reclusione. Invece Bidognetti e D'Aniello son stati assolti e Santonastaso è stato condannato a un anno - Minacce a Saviano e Capacchione, assolti i boss dei Casalesi