Torino, scontri manifestanti-polizia ai mercati generali

La protesta dei facchini al Centro agroalimentare contro le condizioni di lavoro. Un gruppo di antagonisti lancia pietre e petardi contro gli agenti, che rispondono con lacrimogeni e cariche di alleggerimento. Un ambulante è morto per un infarto. FOTO
  • Notte di proteste e di tensioni ai mercati generali di Torino. Cinque mesi dopo gli scontri in cui rimasero ferite 11 persone, i Sicobas sono tornati a manifestare contro le condizioni di lavoro praticate al Caat - L'Italia che lotta per non perdere il lavoro
  • La situazione è degenerata quando un gruppo di antagonisti ha dato vita a un fitto lancio di pietre, bulloni e petardi contro le forze dell'ordine, che hanno risposto con lacrimogeni e cariche di alleggerimento
  • Un ambulante, che ha avuto un litigio mentre cercava di entrare nel centro agroalimentare, è stato colto da infarto ed è morto
  • I manifestanti, poco più di duecento persone, si sono ritrovati davanti ai mercati generali. "Autonomia contro potere", la scritta sulle bandiere rosse sventolate accanto allo striscione "contratto unico per i lavoratori del Caat" - L'Italia che lotta per non perdere il lavoro
  • Sono circa un migliaio i lavoratori ufficiali e altrettanti gli irregolari, denuncia il Sicobas, secondo cui il facchinaggio gestito da qualche decina di cooperative, molte arruolate con metodi "da caporalato", con lavoratori "sottopagati, spesso in nero" - “Vado e prendo un bangladesh”: ecco i nuovi schiavi di Roma
  • Per il Sicobas la stessa situazione di cinque mesi fa, quando un grossista - che a dicembre sarà processato per tentato omicidio - cercò di forzare il blocco ai cancelli investendo con l'auto tre manifestanti, feriti in modo lieve, e sfiorando due agenti
  • Nel momento in cui la situazione è degenerata ci sono state vere e proprie scene di 'guerriglia urbana', con l'ingresso dei camion bloccato per ben due volte - L'Italia che lotta per non perdere il lavoro
  • Dopo gli scontri di questa notte ai mercati generali di Torino, sei persone sono state accompagnate in questura per gli accertamenti del caso