Concordia, al via le ricerche dell'ultimo disperso

Una cinquantina di uomini, a bordo del relitto ormeggiato a Genova, hanno iniziato le operazioni per cercare di individuare il corpo di Russel Rebello: il cameriere indiano è l'unica vittima del naufragio del Giglio che ancora non è stata ritrovata
  • Sono iniziate martedì 5 agosto a bordo della Concordia, ormeggiata alla diga foranea del porto di Genova (foto d'archivio), le ricerche di Russel Rebello, il cameriere indiano, una delle vittime del naufragio della nave all'Isola del Giglio - LO SPECIALE
  • Sul relitto opereranno una cinquantina di uomini, suddivisi in tre o sei squadre, tra Vigili del fuoco, sia del nucleo sommozzatori sia speleologi, marina militare, carabinieri, guardia costiera, guardia di finanza (foto d'archivio: la Concordia a Genova) Costa Concordia, dal naufragio al viaggio finale. FOTOSTORIA
  • "Le operazioni - ha spiegato Emanuele Gissi, vice comandante dei vigili del fuoco di Genova – si svolgono in piena continuità con le ricerche già effettuate all'Isola del Giglio" (foto d'archivio) - LO SPECIALE
  • A terra è stato allestito il cantiere di supporto alle ricerche con la tenda di comando, il punto di decontaminazione, allestito dal 118 in collaborazione con i vigili del fuoco, il presidio permanente del 118 (foto d'archivio) - Costa Concordia, dal naufragio al viaggio finale. FOTOSTORIA