Scampia, l'addio a Ciro. La madre: sacrificio non sia vano

Il quartiere ha commemorato il tifoso morto negli scontri all'Olimpico prima della finale di Coppa Italia. Intitolati a lui una piazza e un campo di calcio. La fidanzata: "Sotterrate la violenza". De Laurentis: "Non dimenticheremo il 25 giugno". VIDEO
  • 27 giugno. Alle 16 si sono svolti a Scampia i funerali di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli morto mercoledì 25 giugno. Esposito era stato ferito il 3 maggio scorso a Roma prima della finale di Coppa Italia - Scontri Coppa Italia, è morto Ciro Esposito
  • "Che il suo sacrificio non sia vano e possa portare gioia, pace e amore", ha detto Antonella Leardi, la mamma di Ciro Esposito, nel corso della cerimonia funebre - Le parole della madre della vittima
  • Al rito, officiato dal pastore evangelico Alfredo Ciabatti, hanno assistito diverse centatia di tifosi giunti alla camera ardente prima della chiusura intonando lo slogan "Ciro uno di noi" - Dagli incidenti alle polemiche. LA FOTOSTORIA
  • "Ci auguriamo non accada più. Un appello a tutte le tifoserie italiane, portate bandiere e sciarpe e non coltelli e pistole allo stadio". E' uno dei passaggi del sermone del pastore evangelico - Tutte le foto sul caso
  • "Ragazzi non siate animati da sentimenti di odio e di vendetta, momenti così non accadano in alcun posto di Italia”, ha detto il pastore Ciabatti - I commenti delle persone a Scampia. VIDEO
  • In piazza è stata deposta la corona di fiori di Aurelio de Laurentiis, patron del Napoli, e della società sportiva della quale il giovane, colpito prima della finale di Coppa Italia, era tifoso - Tutte le foto sul caso
  • "Ciro era un ragazzo, non un ultras. Il suo è un tifo pulito, non sorretto dalla violenza, sotterrate la violenza", ha detto la fidanzata Simona - Le parole della fidanzata: "Facciamo sì che non accada più"
  • "Per favore, è il momento della preghiera. Un po' di silenzio e di raccoglimento", è l'appello lanciato dalla mamma di Ciro poco prima dell'inizio del rito funebre che si tiene nella piazza di Scampia - La madre della vittima: "Nessuna violenza in suo nome"
  • Parole di cordoglio sono state espresse da Crescenzio Sepe, cardinale di Napoli: “Quando una vita, come quella di Ciro, è recisa dalla violenza ciò che resta è un dolore cupo che sembra sbarrare le porte a ogni tipo di speranza” - I commenti delle persone a Scampia. VIDEO
  • "In 53 giorni la mamma di Ciro ha insegnato a un intero popolo come comportarsi. Sessanta milioni di persone hanno ricevuto da lei lezioni di vita", ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò - Parla il parroco di Forcella. IL VIDEO
  • Ciro Esposito "vittima innocente della barbarie e della sopraffazione della violenza", recita il manifesto con il quale il Comune di Napoli annuncia il lutto cittadino nel giorno dei funerali - Scontri Coppa Italia, è morto Ciro Esposito
  • Per quello che è successo a Ciro Esposito, "paghi anche chi non ha garantito l'ordine pnon ha garantito l'ordine pubblico, perchè l'ordine pubblico quel giorno a Roma non ha funzionato", ha detto il sindaco Luigi de Magistris - Cos'è il Daspo, come funziona e a chi si applica. LA SCHEDA
  • Intitolata con il suo nome la piazza dove si tengono le esequie e un campo di calcio - La madre della vittima: "Nessuna violenza in suo nome"
  • "Il 25 giugno è un giorno che non dimenticheremo, ma spero che questa, morte che ha concretizzato la morte del calcio italiano, permetta al calcio di ripartire e di ritrovare una sua identità”, ha detto De Laurentiis, intervenendo ai funerali - La madre della vittima: "Nessuna violenza in suo nome"
  • In piazza per il funerale di Ciro Esposito, anche Genny De Tommaso, il tifoso del Napoli noto come 'Genny a carogna' che la sera della finale di Coppa Italia era a capo della Curva all'Olimpico - Daspo di 5 anni a "Genny 'a carogna". FOTO
  • "Genny 'a carogna" in piazza per i funerali - Cos'è il Daspo, come funziona e a chi si applica. LA SCHEDA
  • Il calciatore del Napoli, Lorenzo Insigne, reduce dai Mondiali in Brasile, è giunto a Scampia per partecipare ai funerali di Ciro Esposito, accompagnato dalla moglie. Con lui anche il coordinatore delle giovanili del Napoli, Gianluca Grava - Parla il parroco di Forcella