Immigrati, protesta al Cara di Castelnuovo di Porto. LE FOTO

Circa 150 persone hanno bloccato per due ore la via Tiberina, che collega il comune a Roma. Sono scese in strada per manifestare contro le condizioni in cui vivono nel Centro d’accoglienza per richiedenti asilo e le modalità di consegna del “pocket money”
  • 10 giugno. Circa 150 immigrati, tra rifugiati e richiedenti asilo, del Cara di Castelnuovo di Porto, vicino Roma, hanno protestato contro le condizioni in cui vivono e le modalità d’erogazione del “pocket money” (2,5 euro al giorno) – Immigrazione, tutte le notizie
  • Dalle 7 alle 9, nell’ora di punta per i pendolari che vanno a Roma, hanno bloccato la via Tiberina. Esponevano cartelli con scritto “Trattateci come esseri umani” e qualcuno si è anche sdraiato per terra. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri – Sbarchi in Sicilia, 5mila migranti in 72 ore
  • Ci sarebbe stata anche una carica di alleggerimento delle forze dell'ordine, senza entrare in contatto con chi protestava, per liberare la strada e far rientrare i migranti nel centro. Un carabiniere sarebbe rimasto lievemente contuso a una gamba - Lo speciale Migranti
  • Diversa la ricostruzione di alcune associazioni di migranti: “Gli agenti hanno provato a portare via di peso i migranti sdraiati pacificamente per terra e poi sono partite le cariche con donne e uomini manganellati e spintonati” – Immigrazione, tutte le foto
  • “La situazione ora è sotto controllo, ma gli animi sono agitati perché i migranti vogliono parlare con l'ente appaltante del servizio di 'pocket money', cioè la Prefettura di Roma”, ha detto Vincenzo Lutrelli, direttore del Cara - Roma, protesta shock al Cie: 8 migranti si cuciono la bocca
  • Al momento il Cara ospita “758 migranti”. Di questi, ha aggiunto Lutrelli, “i manifestanti visibili erano circa 150-200. Gli agenti sono intervenuti solo per mantenere l'ordine” - Immigrazione, Frontex: "Nel 2014 sbarchi aumentati del 823%"
  • Lo scorso 15 maggio, nello stesso Centro d’accoglienza per richiedenti asilo, c’era stata un’altra protesta per motivi analoghi – La denuncia di Sel sul Cara di Castelnuovo di Porto