Mose, il progetto per difendere Venezia dall'acqua alta

Trentacinque persone agli arresti nell’inchiesta per la realizzazione dell’opera. Il sistema, i cui lavori sono iniziati nel 2003, è costituito da dighe mobili formate da paratoie in grado di separare temporaneamente la laguna dal mare. FOTO e VIDEO
  • 4 giugno. Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni è stato arrestato con altre 34 persone nell'ambito nell'inchiesta avviata dalla Procura di Venezia sulle presunte tangenti pagate per gli appalti del Mose - Tangenti Mose: 35 arresti. C'è il sindaco di Venezia Orsoni
  • Le accuse sono di corruzione, concussione, riciclaggio - Tangenti per appalti Mose: 35 arresti. VIDEO
  • Il MO.S.E. (acronimo di Modulo Sperimentale Elettromeccanico) è il sistema in corso di progettazione che prevede la realizzazione di 4 barriere e 78 paratoie per difendere la città dall'acqua alta. Il prototipo è stato realizzato nel 1988 - L'inchiesta del luglio 2013. VIDEO
  • I lavori sono iniziati nel 2003 e dovrebbero concludersi nel 2016 - Venezia, in fiamme la cupola dell'Excelsior. FOTO
  • Un' opera che vale 5.493 milioni di euro (prezzo "chiuso" stabilito nel 2005) e che impegna 4 mila addetti e circa mille maestranze impegnate nei cantieri alle bocche di Lido, Malamocco e Chioggia - Visitare i musei veneziani su Google Art Project. FOTO
  • Il Mose viene realizzato alle bocche di porto di Lido, Malamocco e Chioggia, ovvero nei tre varchi del cordone litoraneo attraverso i quali la marea si propaga dal mare Adriatico in Laguna. L'immagine sul sito ufficiale - Il sito del sistema Mose
  • Il sistema idraulico è realizzato dal Consorzio Venezia Nuova, che opera per conto del Magistrato delle Acque di Venezia, emanazione del Ministero delle Infrastrutture - Il sito del Mose di Venezia
  • Il progetto prevede dighe mobili formate da paratoie in grado di separare temporaneamente la laguna dal mare e di difendere Venezia, sia dagli eventi eccezionali e distruttivi sia da quelli più frequenti, come le maree - Il sito del Mose di Venezia
  • Le paratoie mobili sono poggiate sul fondo delle bocche di porto e sono invisibili. Si alzano con l'alta marea, riempite di aria compressa, per bloccare la marea ed evitare un allagamento della laguna e dei centri abitati - Tangenti Mose: 35 arresti. C'è il sindaco di Venezia Orsoni
  • Il 12 ottobre 2013 il Mose ha compiuto i suoi primi passi, con la movimentazione di quattro paratoie alla bocca del Lido di Venezia - Tangenti per appalti Mose: 35 arresti. VIDEO
  • Il sistema di barriere mobili ha trovato nel tempo forti opposizioni, come quella dell'ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari che è arrivato a definirlo "una maxi-opera inutile", paragonandolo al progetto del Ponte sullo Stretto di Messina - Tangenti per appalti Mose: 35 arresti. VIDEO
  • Giudizi che Cacciari espresse commentando un'altra operazione, quella della Guardia di finanza sul Consorzio Venezia Nuova che portò nel luglio 2013 all'arresto di 14 persone per turbativa d'asta proprio per gli appalti del Mose - L'inchiesta del luglio 2013. VIDEO
  • L'idea di difendere Venezia dalle acque alte che la flagellano da sempre nasce dopo la terribile alluvione del 1966 - L'inchiesta del luglio 2013. VIDEO
  • L'evoluzione dei cantieri alla Bocca di Porto di Lido. L'immagine sul sito ufficiale - Il sito del Mose di Venezia
  • L'evoluzione dei cantieri alla Bocca di Porto di Lido. L'immagine sul sito ufficiale mostra come sarebbe il Mose ultimato nel 2016 - Il sito del Mose di Venezia