Concordia, cede il primo cassone montato sulla nave. FOTO

Il cedimento ha causato l'inclinazione della struttura che sostiene l'imbarcazione. "Non ci sono danni" dice a Sky TG24 Sergio Girotto, responsabile del progetto. Ma si prevedono ritardi nelle operazioni di rigalleggiamento. Nessun ferito. VIDEO
  • Il primo dei 19 cassoni montato sul lato di dritta della Costa Concordia (siglato S13) ha ceduto nel pomeriggio di martedì 6 maggio. Il cedimento ha provocato l'inclinamento delle strutture di sostegno che serviranno per il rigalleggiamento della nave - Lo speciale sulla Costa Concordia
  • Il cedimento del cassone è avvenuto sotto il livello del mare. In superficie si nota che la struttura che lo deve sorreggere si è piegata su un lato e non è più simmetrica alla fiancata di dritta del relitto - La Concordia torna in asse, le immagini del relitto. Foto
  • I cedimenti sarebbero stati due, a breve distanza tra loro ed entrambi intorno alle 17.30. Il cassone era stato installato tra il 26 e il 28 aprile. Si tratta del primo dei tre finora montati sulla Concordia, su un totale di 19 previsti - Giglio, Schettino di nuovo a bordo della Concordia. FOTO
  • Nessuno dei tecnici impegnati nel cantiere del relitto della Costa Concordia risulta ferito nel cedimento del cassone. Tutti si trovavano distanti dal punto in cui è avvenuto il crollo - Giglio, dal naufragio alla "rotazione": tutte le foto
  • Il consorzio Titan Micoperi ha riferito che "si è verificato uno spostamento dell'acqua di zavorra all'interno che ha causato uno sbandamento del cassone S13. Non sono stati rilevati danni al relitto, al cassone adiacente né ai respingenti" - Tutti i video sulla Costa Concordia
  • I tecnici del consorzio Titan Micoperi hanno individuato la causa dell'incidente: "Si tratta di un problema legato al tensionamento di una catena che era rimasta impigliata sotto il relitto e quindi non in perfetta tensione" (foto d'archivio) - Concordia, riemerge parte dello scafo sommerso: FOTO
  • In un comunicato, comunque, è stato precisato che "la situazione è sotto controllo. I tecnici interverranno quanto prima per ricollegare nel modo corretto la catena e ristabilire l'equilibrio originario del cassone" - Concordia, i festeggiamenti dopo la rotazione. FOTO
  • Per la giornata di mercoledì 7 maggio è prevista l'operazione di installazione di un quarto cassone: in totale ne devono essere montati 19 sul relitto, di cui 15 sul lato dritto e i quattro restanti sul lato di sinistra - Concordia, i dettagli della nave vista da vicino. FOTO
  • Secondo l'ingegnere Antonio Calcaterra, un esperto della Sapienza intervistato a caldo dall'Ansa: "Non è un problema grave ma allungherà i tempi per il ripristino del completo galleggiamento" (nella foto, il cassone in fase di montaggio) - Concordia, l'audio di Schettino: "Siamo qua in black out"
  • Prima dell'incidente, la giornata era stata positiva per il "via libera" dato dall'Osservatorio di monitoraggio della Concordia per procedere con l'installazione di tutti i cassoni di dritta che ancora mancano - Ecco com'è l’interno della Costa Concordia oggi: FOTO
  • L'Osservatorio ha messo un solo vincolo: l'approvazione del piano di trattamento delle acque interne del relitto di cui, entro il 20 maggio, dovranno iniziare le operazioni di bonifica senza impatti sull'ambiente marino - Tragedia al Giglio: dal naufragio alla "rotazione"