Firenze, donna “crocifissa” e uccisa sotto un cavalcavia

Il cadavere è stato trovato legato a una sbarra, in una strada secondaria. È successo a Scandicci, alla periferia ovest del capoluogo toscano. Un anno fa, nella stessa zona, un episodio simile. Gli investigatori seguono la pista del maniaco. FOTO - VIDEO
  • Il cadavere di una donna è stato ritrovato sotto ad un cavalcavia a Scandicci, alle porte di Firenze, legato con del nastro adesivo a una sbarra “a braccia larghe come se fosse crocifissa” - Il servizio di Sky TG24: VIDEO
  • La donna, una romena di 26 anni, è stata ritrovata con addosso solo le scarpe. L’uomo che ha dato l’allarme stava facendo un giro in bici. Sul posto sono arrivati gli investigatori della polizia – Le altre notizie da Firenze
  • Il cadavere è stato ritrovato in una strada secondaria, vicino all'Arno, sotto al cavalcavia della A1 nella zona di Ugnano. Gli abitanti della zona avevano già denunciando che la zona è fortemente degradata – Il servizio di Sky TG24: VIDEO
  • Un anno fa, nello stesso posto e nella stessa posizione in cui è stato trovato il cadavere, fu trovata viva una prostituta violentata e rapinata. La zona, dicono i residenti, è frequentata da tossicodipendenti e donne di strada - Le altre notizie da Firenze
  • Non sono state ancora chiarite le cause del decesso della donna, che potrebbe aver subito un abuso. Riguardo il movente, gli investigatori dicono: “Una ragazza sbandata, che ha fatto un brutto incontro” – Il servizio di Sky TG24: VIDEO
  • Tante le ipotesi degli investigatori. Come quella di una prostituta uccisa da un cliente - Le altre notizie da Firenze
  • Altra ipotesi è quella di un maniaco. Non è escluso che la donna sia stata legata e seviziata sessualmente e che poi sia stata abbandonata in quelle condizioni e che sia morta successivamente da sola - Il servizio di Sky TG24. VIDEO
  • Lo dimostrerebbero le ecchimosi sulle braccia all'altezza dello scotch che la teneva legata, che testimonierebbero una ricerca disperata di liberarsi - Le altre notizie da Firenze
  • A indagare è il pm Paolo Canessa, lo stesso che coordinò le indagini sugli omicidi del mostro di Firenze (nella foto durante il processo nel 1998). Per lui potrebbe essere l'ultimo caso in città: entro l'estate diventerà procuratore capo a Pistoia - Il servizio di Sky TG24. VIDEO