Brescia, si spezza croce dedicata a Wojtyla: muore un 21enne

Un ragazzo è morto travolto dalla statua del Cristo Redentore collocata in Val Camonica e ideata dall'artista Enrico Job in occasione della visita di Papa Giovanni Paolo II nel settembre del 1998. Indagano i carabinieri. FOTO E VIDEO
  • Un giovane di 21 anni è morto a Cevo, in Vallecamonica, nel bresciano, schiacciato dal Cristo Redentore, la croce realizzata dall'artista Enrico Job in occasione della visita a Brescia di Papa Giovanni Paolo II nel settembre del 1998 - Il servizio di Sky TG24
  • Il ragazzo, residente a Lovere nel Bergamasco, era in gita con amici dell'oratorio. La scultura sarebbe improvvisamente crollata travolgendolo - Il servizio di Sky TG24
  • La croce è stata realizzata su disegno di Enrico Job. E' una trave curva, larga 72 cm e con profondità variabile dai 2 metri della base fino a 0,60 cm della cima - Il servizio di Sky TG24
  • La croce era nata come un monumento alla spiritualità, una struttura stagliata nel cielo come la prua di una imbarcazione simbolo della navigazione spirituale - Il servizio di Sky TG24
  • La Croce del Cristo Redentore, conosciuta come la Croce del Papa, alta 30 metri e ideata da Enrico Job, artista e sceneggiatore teatrale, marito di Lina Wertmuller morto nel 2008 - Il servizio di Sky TG24
  • Il Cristo che vi è inchiodato è invece un'opera dello scultore Giovanni Gianese. Una scultura di 6 metri e 6 quintali di peso - Il servizio di Sky TG24
  • La croce venne creata nel 1998 per la visita a Brescia di Papa Giovanni Paolo II nel centenario della nascita di Paolo VI e sistemata allo stadio Rigamonti, dove venne celebrata una messa - Il servizio di Sky TG24
  • Nel 2005 venne portata sul Dosso dell'Androla a Cevo, 1200 metri di altezza, noto anche come il balcone della mezza Valcamonica - Il servizio di Sky TG24
  • Da quella posizione la struttura dominava la vallata in un panorama mozzafiato e negli anni è diventato luogo di gite e pellegrinaggi - Il servizio di Sky TG24
  • La statua del Cristo, abbozzato in polistirolo espanso, prima di essere trasportata a Cevo era stata completamente rifatta, divisa in quattro parti per permettere l'inserimento dell'armatura metallica, la traduzione in resina e il trasporto - Il servizio di Sky TG24
  • Successivamente le cavità interne sono state riempite di poliuretano espanso per evitare deformazioni della superficie e infiltrazioni d'acqua - Il servizio di Sky TG24